Microsoft compra Skype


Se ne parlava da giorni, ma erano solo rumor. Oggi, invece, è una notizia ufficiale: Microsoft, con un accordo del valore di 8.5 miliardi di dollari (più o meno 6 miliardi di euro), ha appena acquisito Skype, con tutto ciò che ne consegue.
Il marchio aveva imparato a farsi strada negli ultimi anni registrando record su record. Oggi sono circa 170 milioni gli utenti che usano il software, e nel 2010 si sono registrati ben 207 miliardi di minuti di chiamate, sia audio che voce.

Ma quali effetti avrà sull’utente finale questa acquisizione? Innanzitutto si pensa a Xbox e Kinect, che ora avranno il pieno supporto a Skype; ma vengono in mente anche i vari servizi Microsoft o lo stesso Windows Phone OS.

E cosa succederà, vi starete chiedendo, allo Skype “normale”? Niente, potete state tranquilli e continuare ad usare il servizio anche se non sotto il marchio Microsoft. Le chiamate via internet, infatti, continueranno esattamente come le conosciamo oggi.

Microsoft, con questa acquisizione, ha bruciato sul tempo i due principali rivali, Google e Facebook, e Skype è ufficialmente divenuto un nuovo ramo dell’azienda, guidato da Tony Bates.

Voi cosa ne pensate? E soprattutto, credete che un’acquisizione del genere potrà giovare concretamente alla compagnia? Ed in che modo?


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta