Facebook privacy e protezione dalle intercettazioni


Facebook ha annunciato oggi che è sua intenzione introdurre cambiamenti che possono maggiormente proteggere gli utenti e le applicazioni che essi utilizzano sui dispositivi mobili, dalle intercettazioni.

Lo scorso mese, Facebook ha cominciato ad invitare gli utenti ad attivare Hypertext Transfer Protocol Secure (HTTPS), per crittografare tutte le comunicazioni con il sito.

Solo che alcuni ricercatori di sicurezza hanno fatto notare che alcune applicazioni spingono gli utenti ad utilizzare una normale connessione HTTP e questi ultimi, poi ignorano che il passaggio alla connessione senza crittografia è permanente.

Facebook ha detto che stanno dando ogni supporto agli sviluppatori di terze parti perchè passino all’ HTTPS, anche se si rendono conto che un passaggio immediato è difficile ed in ogni caso sperano di poter lasciare fuori solo alcune applicazione, lasciando la maggior parte del flusso criptato.

Oltretutto alcuni ricercatori hanno dimostrato che su dispositivi mobili, anche dopo aver attivato l’HTTPS i dati di Facebook sono in chiaro, escluso le credenziali per il log-in e i responsabili del famoso social network, hanno risposto che stanno per fornire Secure Sockets Layer (SSL) che è una procedura di sicurizzazione delle transazioni effettuate via Internet sulle piattaforme mobili nei prossimi mesi.

Sicurezza e privacy sono sempre più a rischio. Si riuscirà a trovare il giusto rimedio ed equilibrio, anche in considerazione che trattasi di un social network?


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta