Windows 7 cinque volte più sicuro di Xp


Secondo un report realizzato dalla Microsoft Security Intelligence, i tassi di infezioni tramite malware sono notevolmente più bassi se sono istallati nei PC gli ultimi sistemi operativi ed in particolare Windows 7 con i service pack aggiornati, rispetto a quelli con sistemi operativi più datati quali Windows Xp.

Ad esempio su 1000 computer con Windows 7 a 64 bit si è riscontrato un tasso di infezione pari 2,5 mentre Windows 7 a 32 bit ha ottenuto un valore pari a 3,8.

Invece il tasso d’infezione sempre su 1000 computer con Xp service pack 3 è stato del 15,9 e quello con Xp e service pack 2 addirittura al 19,3.

Ecco perchè in base a questi risultati si è potuto dichiarare che Windows 7 è circa cinque volte più sicuro di Xp.

Come si è potuto vedere leggendo i dati, il tasso più basso di infezioni è stato riscontrato in computer con Windows 7 a 64 bit, anche perchè questi ultimi hanno una funzione chiamata kernel pach protection che assicura il kernel di Windows dalle modifiche non autorizzate.

Sempre secondo il report, sono state sopratutto le vulnerabilità nelle applicazioni ad esporre maggiormente i PC al rischio malware, rispetto ai bugs di sicurezza nel sistema operativo o nei browser, anche se questo dato è diminuito del 22,2% rispetto al 2009.

Invece sono saliti di molto, nel terzo trimestre dello scorso anno gli exploit che sfruttano le vulnerabilità presenti in java, superando quelli di ogni altra applicazione considerata.

Dati comunque confortanti per chi è già passato a Windows 7, abbandonando Xp e che dovrebbero sicuramente far riflettere chi non ha ancora fatto questo passo.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta