UK: uomo che registrava film rischia la galera


Questa settimana si è verificato un caso anomalo per il Regno Unito in quanto un giovane, scoperto a registrare film blockbusters di Hollywood tra cui The Bounty Hunter”, al cinema Vue con Jennifer Aniston, al cinema Vue al Centro Commerciale St George è stato arrestato ed accusato di frode e di altri reati relativi al diritto d’autore.

Ora è in libertà vigilata e si dovrà presentare davanti al giudice il 18 agosto.

La cosa stupisce molto, non perchè il giovane non sia colpevole quanto per il fatto che, molto probabilmente per un vuoto legislativo, il Regno Unito è uno di quei pochi paesi dove il camming non è reato.

Tanto è vero che il mese scorso l’Associazione degli esercenti cinematografici aveva dichiarato che il Regno Unito è un luogo abbastanza sicuro per coloro i quali effettuano registrazioni illegali di film.

Anche Tim Richards, capo dei cinema Vue aveva espresso nel 2009, tutta la sua frustrazione per questo “vuoto” legale, dicendo che spesso avevano chiamato la polizia e questa non era intervenuta ed i pirati se ne erano potuti tornare a casa tranquillamente con le loro macchine cinematografiche e spesso con l’intero film.

Allora, dal momento che la legge non è cambiata, perchè è stato arrestato il giovane? L’accusa riguarda la possibilità che egli vendesse copie del film illegalmente registrato, ma al momento della contestazione del reato, lui aveva solo registrato, non effettuato o venduto alcuna copia. Veramente, una strana vicenda.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta