Siti P2P no-profit, con link, dichiarati legali in Spagna


Altra sentenza epica che rende la Spagna un posto in cui le associazioni anti-pirateria hanno la vita molto dura, infatti, un giudice ha dichiarato contro il ricorso presentato dalla SGAE che sia i siti di file-sharing non commerciali o anche altri siti non P2P che contengano link, collegati a materiale protetto dai diritti d’autore, sono legali in Spagna.

La vicenda aveva coinvolto il sito elrincondejesus.com con link edonkey, il cui amministratore Gesù Guerra era stato denunciato nel maggio dello scorso anno dalla SGAE (Sociedad General de Autores y Editores), perché erano presenti link che portavano a materiale coperto dai diritti di proprietà dei suoi membri.

Nonostante varie sentenze a sfavore, la SGAE, continua la sua battaglia cercando anzi di ottenere dalla legge la chiusura dei siti, prima ancora che ne sia discussa la legittimità.

La stessa cosa, l’associazione anti-pirateria, ha cercato di ottenere nei confronti del sito Elrincondejesus, nel giugno dello scorso anno ma l’amministratore subito protestò dicendo che il sito era legale, in quanto non riportava guadagni con la pubblicità ma funzionava come un qualsiasi motore di ricerca.

Tale protesta fu accolta dal giudice N. Raul García Orejudo, che respinse la chiusura immediata del sito, dicendo che le reti P2P funzionano solo da mezzo di trasmissione di dati tra utenti ed internet e quindi, in linea di principio, non violano la legge sulla proprietà intellettuale.

Ora, poi, si è discussa la causa riguardante la legittimità del sito, con un risultato ancora più disastroso per la SGAE, in quanto il giudice, dovendo decidere se fornire un link ad opere protette dal diritto d’autore fosse la stessa cosa che mettere quelle stesse opere direttamente a disposizione del pubblico, ha sentenziato che non è la stessa cosa e che, ai sensi delle attuali norme, non vi è nulla che vieti a tali siti di operare.

Del resto il giudice, prima di prendere la sua decisione, ha approfonditamente esaminato le finanze del sito ed ha visto che il proprietario, da tale attività non ricavava alcun guadagno e quindi tale sentenza è alla fine favorevole per tutti gli utenti P2P perché, se un individuo utilizza le reti P2P, come eDonkey o BitTorrent, per ottenere materiale protetto da copyright per motivi non profit, l’atto è completamente legale.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta