MPAA: per paura dei pirati rilasciamo "This is it" di Michael Jackson in tutto il mondo (1° parte)


qozklyMichael Lynton, presidente e amministratore delegato di Sony Pictures Entertainment, ha rilasciato un’intervista al Times  dicendo “Il film di Michael Jackson “This Is it “verrà proiettato un po’ ovunque nel mondo domani. Con milioni di fan di Jackson in ogni continente, non avrebbe senso fare altrimenti”. Ma soprattutto la realise simultanea è dovuta ad un altro grande problema della MPAA, la pirateria.

Dice, infatti, Michael Lynton che se il film di Michael Jackson fosse rilasciato mercoledì solo negli Stati Uniti, già giovedì si troverebbe una versione ottenuta tramite camcorder a disposizione di chiunque abbia una connessione a banda larga.

Poi continuando il solito discorso tanto caro alle major, dice che ciò non è possibile per molti film d’arte od indipendenti e che quindi sono rovinati dalla pirateria, perché essa impedisce a questi film di crearsi un pubblico internazionale.

Bhè strano, diciamo noi, in quanto proprio una band canadese, che suonava solo in pochi locali, è divenuta internazionalmente famosa grazie ad internet.

Continuando il solito lamento, Michael Lynton dice che la pirateria vuol significare miliardi persi per l’industria cinematografica e quindi meno film.

Questo vorrà anche dire che molti nuovi scrittori, attori e registi non verranno scoperti. L’anno scorso i maggiori studios di Hollywood hanno fatto 162 film, più del 40 meno rispetto al 2006, e il numero più basso in un decennio.

Ma secondo Torrent Freak anche alla MPAA risultano altri dati, del resto sappiamo benissimo come i dati possano essere manipolati o rivelati in parte.

Quindi, se si analizza un quadro leggermente più ampio in quanto c’è un mondo al di fuori di Universal, Warner, Paramount, Sony e Twentieth Century Fox, le cose assumono un aspetto leggermente diverso. 

2

(i dati relativi al 2009 sono ancora incompleti )

Dai dati sembrerebbe, infatti, che ogni film abbia guadagnato di meno ma è anche vero che il numero dei film dal 2004 al 2009 è raddoppiato.

Continuiamo a riportare la lunga intervista nel prossimo articolo .


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta