Brein continua la sua offensiva contro i siti Usenet


L’associazione antipirateria Brein, ormai nota anche al grande pubblico perché responsabile, possiamo dire, dell’annientamento di Mininova, che come ben sappiamo, dopo la causa persa contro Brein, ha eliminato oltre un milione di Torrent, ha fatto chiudere un altro piccolo sito Usenet, MasterNZB ed ormai sono una quindicina, i piccoli siti Usenet che è riuscita a far scomparre.

La tattica di Brein è sempre la stessa, non affronta direttamente i siti molto grossi, che hanno quindi risorse per difendersi contro di lei, ma attacca molti siti piccoli e quando la situazione giuridica le è divenuta favorevole, allora attacca anche i siti più rinomati.

Ora il suo interesse è concentrato sui siti Usenet e la sua causa contro la grossa comunità FTD è ancora in corso, ma mentre quest’ultima ha le risorse finanziarie per opporsi a Brein, i piccoli siti non l’hanno ed, infatti, MasterNZB ha dovuto chiudere, proprio per non essere portato in tribunale da Brein.

L’associazione non ha aspettato molto dopo la sentenza che ha visto perdente Newzbin nel Regno Unito, a costringere i piccoli siti Usenet alla chiusura, dicendo che anche i giudici olandesi sono contro questi siti, perché fanno un uso sistematico della disponibilità di file non autorizzati su internet.

Strano però che se la prenda con siti che indicizzano contenuti illegali, invece di andare contro colossi come Giganews, Highwinds, ecc. che questi materiali li ospitano.

Ma questi siti hanno grosse risorse con cui combattere contro Brein, quindi per l’associazione anti-pirateria è molto meglio attaccare i pesci piccoli.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta