WWDC 2011: Jobs lancia icloud


icloud WWDC 2011A San Francisco all’annuale conferenza Apple ha fatto gli onori di casa, come preannunciato, Steve Jobs assente da un po’ di tempo dalla scena pubblica a seguito ad un lungo congedo per malattia, accompagnato dalle note di “I feel good” come per dire tutto sommato sono ancora vivo. Il Ceo dell’azienda di Cupertino ha per prima cosa, come già si sospettava, presentato il nuovo servizio musicale icloud.

La musica acquistata dagli utenti può poi essere immagazzinata nel cloud ed il servizio è integrato con le applicazioni presenti sui dispositivi iOS o su Mac ed automaticamente spinto “fra le nuvole” e da lì può essere condiviso con altri cellulari o computer. Anche le email ed i contatti ed il calendario, possono ospitare funzionalità icloud e per questo le applicazioni sono state riscritte, essendo una volta gestite dal vecchio servizio MobileMe.

Ma come era stato già preannunciato, icloud non è limitato alla musica, ma anche i programmi potranno essere acquistati nell’Apple Store ed essere conservati nelle nuvole e poi, utilizzati sui vari dispositivi basati su iOS.

Anche coloro che lavorano con iWork potranno creare un unico foglio di calcolo, o una sola presentazione e grazie ad icloud usufruirne su Mac, iPhone e iPad.

E’ stato anche introdotto il servizio di sincronizzazione wifi che permetterà di collegare il PC o il Mac via wifi ed anche il servizio iBook potrà essere sincronizzato fra i vari dispositivi collegati con il cloud dove verranno offerti 5 GB di spazio gratuito a tutti gli utenti.

Anche per quello che riguarda le foto, il servizio Photo Stream permetterà la stessa cosa e una volta immagazzinate nel cloud, le immagini possono essere inviate ad un iPhone o ad un Mac o all’Apple TV. Le ultime 1.000 foto sono conservate per 30 giorni di default, però mettendo le immagini in un album vengono mantenute per sempre.

Jobs ha anche parlato dei cambiamenti che riguarderanno iTunes che permetterà agli utenti di ri-scaricare la canzone comprata, senza costi aggiuntivi, dal cloud in altri dispositivi iOS, attivando una funzione che, appunto, permette di inviare una copia ad altri 10 dispositivi.

C’è poi il servizio iTunes Match offerto a 24, 99 dollari all’anno che permetterà all’utente di ottenere file con migliore qualità del suono, infatti analizza la biblioteca musicale del cliente e propone gli aggiornamenti con file AAC a 256 Kbps presenti nello store iTunes.

Ma Jobs ha elencato sopratutto tutta una serie di numeri che segnano l’era del post-PC con oltre 15 miliardi di canzoni scaricate da iTunes e 25 milioni di iPad venduti in 14 mesi ed in tal senso, intende ancora di più spingersi l’Apple appunto, lanciando icloud, la cui versione completa sarà disponibile in autunno con l’uscita dell’iOS 5 e come detto, 5GB verranno forniti gratuitamente a tutti gli utenti per la posta, i documenti ed il backup.

Ma le novità presentate al WWDC sono state molte altre, ad esempio il Mac OS X Lion, seguiteci e vi terremo informati sull’argomento.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta