Wikipedia: compie 10 anni, ma le polemiche continuano


WikipediaNoi tutti conosciamo Wikipedia, l’enciclopedia on line che per la praticità di consultazione, le tante voci e gli aggiornamenti costanti, ha sostituito i grandi tomi della Treccani e simili e, al contempo, è per molti diventata l’unica fonte di informazione su determinati argomenti.

Come tutti gli utilizzatori di questa grande risorsa, però, dovremo ben sapere che non tutto quello che ci troviamo scritto è da prendere come se fosse la Legge, oro colato o il Verbo, e che quindi possiamo trovare alcuni errori tra le sue pagine. A volte più palesi, altre volte più celati, ma un pò di attenzione bisogna sempre farla quando si leggono le varie e tante voci in essa contenute.

Wikipedia, infatti, si basa su un esercito di volontari che ogni giorno compilano e correggono le varie voci, si scambiano opinioni ed aiutano la comunità a crescere anche grazie ad un sistema direi gerarchico in cui i più anziani possiedono maggiori “poteri” rispetto ai meno esperti.

Chiunque si appresta a fare una ricerca dunque, deve premettere tutte queste considerazioni. Alcuni errori possono capitare e non essere subito corretti anche perchè, come ricordavo, si basa su volontari (e quindi persone che nella vita svolgono altre attività), non è capitalizzata e, sopratutto è senza pubblicità.

Grande scalpore ha fatto il servizio del TG5 mandato in onda qualche giorno fa  e dal titolo “I pericoli dell’enciclopedia più popolare del web” in cui oltre a “scovare” vari errori all’interno di Wikipedia, additava il sito definendolo “enciclopedia indicizzata”, e falsamente libera, in quanto alla fine chiede soldi (facendo riferimento al banner apparso nel Dicembre scorso in cui Jimmy Wales chiedeva contributi per un totale di 16 milioni di Dollari per mantenere la sua opera lontana dalla pubblicità, traguardo che è stato raggiunto in 50 giorni). Inutile dire che il popolo del web si è letteralmente posto in maniera critica verso questo servizio che, a detta di molti, sembrava più un tappabuchi che altro. Una nota positiva al TG 5 però bisogna farla: con un minuto e mezzo di video è riuscita a far scrivere davvero tante pagine e attirare l’attenzione di un numero di gran lunga superiore ad altri servizi della rete.

Ma nel corso dei suoi dieci anni di vita, Wikipedia di attacchi ne ha ricevuti tanti, ed è sempre rimasta in piedi.  Avete letto bene, l’enciclopedia libera è così longeva: è stata, infatti, fondata da Jimmy Wales proprio il 15 Gennaio 2001, e tra pochi giorni si preparerà a compiere il suo primo lustro. Vari i festeggiamenti in programma e chiunque farà una donazione minima di 25 Dollari si vedrà recapitata a casa una T-Shirt commemorativa, disponibile in ben 200 lingue diverse. Così tante? Si. Basti pensare che oggi l’enciclopedia è pubblicata in 270 lingue,  per un totale di oltre 16 milioni di voci realizzate.

Immagine: news.tecnozoom.it


Commenti (3): Vedi tutto

  • Mosfet - - Rispondi

    Un lustro corrisponde a cinque anni.

  • Sandro kensan - - Rispondi

    http://it.wikipedia.org/wiki/Lustro

    Lunga vita a Wikipedia :) Chi non ha ancora contribuito dia un euro tramite bonifico bancario:

    IBAN: IT25G0200861800000100330777

    BIC/SWIFT: UNCRITB1A40
    Unicredit Banca
    Piazza Duca d’Aosta, 20
    31021 Mogliano Veneto – TV

    Intestato a: Wikimedia Italia – Associazione per la diffusione della conoscenza libera

  • Gaia - - Rispondi

    Ed avete ragione! Mi son confusa….scrivendo l’articolo
    Lunga vita a Wikipedia!

Lascia una risposta