Vendite online in America e Cina


Il settore delle vendite online secondo la  Bia /Kelsey, società americana di ricerca, in questi primi sei mesi del 2012 è riuscito ad avere un incremento dell’86,6% rispetto allo stesso periodo del 2011.
Il trend, secondo la società, dovrebbe proseguire anche nel 2013, aggiungendo un altro 23% rispetto all’anno in corso:  un giro d’affari che frutterebbe circa 5,5 miliardi dollari, business che vedrà coinvolte nei prossimi anni non solo i big del settore ma sopratutto le piccole e medie imprese, pronte ora a lanciarsi nel mercato online.

Un sondaggio, condotto tra queste aziende, dimostra come la volontà di inserirsi in questo “nuovo” mercato sia pari al 50%: oltre all’America, in cui il settore è in continua espansione, anche la Cina sta emergendo come riferimento mondiale per l’e-commerce. Nel giro di 2 anni si valuta una crescita del mercato del paese asiatico pari a 360 miliardi di dollari, una cifra senza eguali in tutto il mondo.

Il dilagare delle vendite e degli acquisti online, ovviamente, ha creato nuovi tipi di frodi: secondo secondo i rapporti di “the China Electronic Commerce Association” il 32% dei consumatori cinesi sono stati vittima di truffe, nel periodo che va dal giugno 2011 allo stesso periodo del 2012.

Il futuro è su internet e questi due grandi paesi se ne sono accorti e l’Italia, resterà a guardare o capirà l’occasione che può cogliere??


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta