Privacy e smartphone: allarme alto



Qualche tempo fa si parlava della possibilità di avere problemi di privacy utilizzando gli smartphone di ultima generazione, poi tutto era stato messo a tacere.  Apple e Google sono state sotto accusa per parecchio tempo, soprattutto per gli smartphone con sistema operativo Google Android.
Il problema sembra non essere di facile risoluzione, questa è la conferma arrivata da parte del Presidente dell’Autorità della Privacy italiana. Infatti, recentemente Francesco Pizzetti ha dichiarato che: “Con gli smartphone ognuno di noi è, quasi sempre inconsapevolmente, un Pollicino che ha in tasca il suo sacchetto di sassolini bianchi che escono uno ad uno per segnarne gli spostamenti”.
L’evoluzione tecnologica e la protezione dei dati sta cambiando notevolmente e le applicazioni mobile che mettono a rischio la privacy degli utenti sono parecchie.
Gli smartphone, ma soprattutto le applicazioni che vengono scaricate, raccolgono i dati personali di chi la utilizza, spesso senza sapere come tali dati poi vengano utilizzati. Quindi non si può stare nemmeno tranquilli utilizzando il proprio smartphone.
E’ arrivato il momento di rendere consapevoli tutti gli utenti che ogni giorno con lo smartphone condividono anche documenti piuttosto importante. L’Italia è pronta a lanciare un appello per rendere idonee le applicazioni sviluppate nel prossimo futuro.
Voi che ne pensate di questo pericolo?


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta