Paul Allen, co-fondatore di Microsoft, denuncia mezzo mondo informatico


Ultimamente non si sente parlare di Paul Allen, il co-fondatore della Microsoft. Forse perchè nel lontano 2000 lasciò ogni tipo di incarico nella Microsoft per vivere una vita nel lusso del suo patrimonio stimato in più di 16 miliardi di dollari.Allen sostiene il suo ottimo tenore di vita, passando il tempo tra mega-yacht e ville da miliardario, grazie alle sue 138 milioni di azioni della Microsoft e alla partecipazione in ben 65 diverse società.
Ieri però qualcosa deve averlo turbato a tal punto che ha fatto causa a 11 società, tra cui Apple, AOL, eBay, Facebook, Google, Yahoo, Amazon e altri. Praticamente a metà mondo informatico.

La base di queste denunce è da trovare nel fatto che secondo Allen queste società hanno abusato di 300 licenze di proprietà della Interval Research Corp in cui Allen ha investito più di 100 milioni di dollari. Questi brevetti incriminato prevedono degli  usi molto generici come : l’avviso agli utenti di oggetti interessanti, la gestione dell’attenzione degli utenti, la visualizzazione tramite browser di particolari applicazioni audio eccetera.
Partendo dal presupposto che  siamo sicuri che Allen non sia alla ricerca di altro denaro, forse sta solo cercando un altro divertente passatempo come girare nelle aule del tribunale oppure è solo uno stratagemma per tornare nelle pagine dei giornali?


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta