Microsoft: a voi Windows Phone 7


Con un evento in grande stile la Microsoft ha finalmente presentato in modo ufficiale Windows Phone 7, il suo sistema operativo per smartphone che presto sarà disponibile su molti dispositivi, anche se gli accordi con i produttori sono ancora in corso. Questo nuovo prodotto è da molti considerato come “l’ultima chiamata” per la casa di Redmond per restare sulla scia dei concorrenti in un segmento di mercato dove i dispositivi basati su iOS di Apple e su Android di Google sembrano spopolare. Windows Phone 7 gioca tutte le sue carte sulla connettività internet in 3G, con accesso facilitato a Facebook (di cui Microsoft è azionista), Windows Live, Outlook Exchange e, ovviamente, anche Office.

Il sito ufficiale di Windows Phone 7 è già on line e con esso l’App Store carico di 2.000 applicazioni per i più disparati usi, ma molte altre sarebbero in arrivo in tempi brevi, promettono da Microsoft, che come sempre punta tutto o quasi tutto sulla buona volontà degli sviluppatori, che per accedere al mercato digitale di applicazioni dell’azienda dovranno sborsare una fee di ingresso una tantum di 99 dollari, per poi guadagnare il grosso delle revenue dalla vendita delle applicazioni a pagamento. Windows Phone 7, in soldoni, si presenta con una struttura grafica interamente basati su grandi quadrati azzurri sui quali campeggiano le icone per accedere alle funzioni principali, da già citati Market Place e Office, ai giochi ed ai contenuti multimediali, ovvero foto, video e musica per sfogliare i quali si utilizza nient’altro che Zune, l’interfaccia dello sfortunato player musicale di Microsoft.

Al momento non è disponibile la potenza delle applicazioni basate su Adobe Flash e Silverlight, ma Microsoft ha promesso che tutto ciò sarà possibile a partire dal prossimo upgrade di questo sistema operativo per dispositivi mobili. Tra i primi smartphone con Microsoft Windows Phone 7, sul mercato arriveranno i Samsung Cetus 916 e Omnia, l’LG Optimus 7, l’HTC Mozart e Mondrian, questi ultimi con uno schermo non più AMOLED ma Super-LCD, l’ultimo “grido” in termini di display per dispositivi mobili, oltre a funzionalità proprietarie HTC che arricchiscono il sistema operativo.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta