L'Internet Governance Forum alla 5a edizione


È in corso di svolgimento a Vilnius (Lituania), il quinto incontro annuale dell’Internet Governance Forum presieduto dalle Nazioni Unite, dopo i precedenti appuntamenti ad Atene, Rio de Janeiro, Hyderabad e Sharm el Sheik. Rappresentanti di governi, università, comunità e società civile, si ritrovano per discutere su argomenti relativi al mondo digitale quali infrastrutture, sicurezza, privacy, accessibilità e quest’anno anche cloud computing e tecnologie per lo sviluppo.

La natura del Forum – IGF per gli amici – è volutamente non decisionale, ovvero per statuto non esiste alcun soggetto deputato a prendere decisioni in nome di tutti – anche perché il concetto di “tutti” applicato alla rete Internet è sempre e comunque ambiguo e insoddisfacente: questo ha scatenato più di un malumore in paesi come la Cina, che ritengono il Forum inutile a risolvere le tante problematiche che le reti di telecomunicazioni oggi come oggi pongono ad ogni livello della vita civile (e detto da chi applica la censura al World Wide Web ha un sapore tutto particolare…), denunciando soprattutto l’atteggiamento troppo centralista degli Stati Uniti riguardo ad Internet, in particolar modo riferendosi alla gestione dei domini, dei DNS e degli indirizzi IP da parte di ICAAN, nonostante le recenti liberalizzazioni in merito.

In realtà questa caratteristica dell’IGF è quantomeno indispensabile, perché viceversa sarebbe stato piuttosto difficile riunire attorno ad un tavolo soggetti tanto diversi tra di loro per parlare di questi temi. In virtù di questo, ed anche dell’importanza delle tematiche trattate e delle conseguenze che questi incontri hanno comunque avuto negli anni passati, le Nazioni Unite hanno annunciato di voler proseguire con il Forum per altri cinque anni. La speranza dei promotori e di molti partecipanti, è che in questo arco di tempo si riesca a far sottoscrivere una Carta dei Diritti Digitali, una sorta di Dichiarazione Universale dei Diritti Umani applicata alle reti telematiche. Il Forum ha una sua evoluzione anche a livello locale, tanto che è si è già svolto in Italia in due diverse occasioni, mentre la terza è fissata per i prossimi 29 e 30 novembre a Roma, presso la sede del CNR. In questa occasione si parlerà di temi di attualità e decisamente scottanti per la realtà della nostra penisola, quali l’annoso problema del digital divide e le reti di nuova generazioni in fibra ottica.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta