LG Nexus 4, 4G confermato ma non sarà perfettamente funzionante



LG Nexus 4, l’interessante Google Phone presentato qualche settimana fa, comprenderà un modulo 4G che però non sarà mai in grado di funzionare perfettamente al 100%. Lo ha confermato lo stesso produttore coreano chiarendo la cosa ai microfoni del portale TechRadar, dopo la confusione generata dalla “scoperta” del modulo LTE all’interno dello smartphone da parte dei ragazzi di iFixit, che hanno esaminato l’interno del nuovo Nexus.

LG ha spiegato che il chip per la connettività 4G è stata inserita per forza di cose anche nel Nexus 4. Il motivo è puramente tecnico: lo smartphone condivide la stessa architettura hardware del terminale LG Optimus G, dotato appunto di modulo LG, nel tentativo di dare vita a un dispositivo potente, grazie all’utilizzo del medesimo chipset Qualcomm Snapdragon. Quest’ultimo viene fornito in dotazione con processore e modem combinati, due componenti che non possono essere separate, dunque LG è stata praticamente “costretta” a inserire il 4G anche nel Nexus 4.

Gli appassionati però non si illudano: per sfruttare come si deve le velocissime reti mobile di nuova generazione, è necessaria la presenza di altre essenziali parti hardware, come un amplificatore di segnale e un filtro, per far sì che il modulo LTE funzioni dunque alla perfezioni. Queste (costose) componenti non sono state inserite in modo che LG Nexus 4 potesse arrivare sul mercato a un prezzo fortemente competitivo, per questo le performance ad alto livello sono garantite soltanto per la connettività 3G. Non è escluso però che in futuro l’azienda possa decidere di lanciare una versione più costosa, questa volta con il 4G al 100%.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta