Il Parco Nazionale d'Abruzzo sbarca su iPhone e iPod Touch


Dopo l’avvio dell’interessante progetto sponsorizzato, tra gli altri, da Google e riguardante l’intera mappatura della città dell’Aquila per Google Maps/Street View – per realizzare una ricostruzione almeno virtuale del capoluogo distrutto dal terremoto del 2009 – la regione Abruzzo insieme ad altre due regioni del centro Italia, torna protagonista di un progetto dalle forti tinte tecnologiche. Si chiama “Sui sentieri del parco” ed è una iniziativa che vede come protagonista il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise il quale, grazie alla collaborazione con SincroConsulting Spa, sarà presto disponibile sull’Apple Store come applicazione per iPhone e iPod Touch.

Sui dispositivi mobili made in Apple, quindi, saranno disponibili sette diversi itinerari del Parco, identificati dall’Ente di gestione che così vuole valorizzare le risorse del suo splendido territorio. Questa interessantissima guida sarà quindi a disposizione degli utenti – anche in caso di visita al Parco – con informazioni utili quali sentieri, animali, vegetazione e tutte le sue bellezze naturali. I percorsi così “a portata di mano” sono ovviamente interattivi e con tag di geolocalizzazione e referenziazione; in ogni punto del Parco nel quale ci si trova, sarà possibile ottenere una descrizione dettagliata della flora e della fauna, incluse immagini ad alta risoluzione visibili a schermo pieno (queste ultime certamente più adatte a chi una visita nel Parco la sta semplicemente programmando).

Come se tutto ciò non bastasse, è davvero possibile vivere una avventura completamente immersiva nel Parco Nazionale d’Abruzzo potendo ascoltare dagli altoparlanti di iPhone ed iPod Touch anche i versi degli animali che ci vivono. Il tutto corredato da una davvero esaustiva guida alle strutture ricettive del territorio, dai bed and breakfast agli alberghi, dai campeggi ai ristoranti, potendo ovviamente interagire con questi ultimi contattandoli per conoscere la disponibilità di posti ed effettuare prenotazioni online, magari usufruendo delle offerte “Last Minute”, alle quali è dedicata una apposita sezione che viene autonomamente aggiornata dai gestori delle strutture. Insomma, è proprio il caso di fare una visita virtuale al Parco Nazionale d’Abruzzo, poi prenotare la propria sistemazione e prepararsi così alla visita in carne e ossa: ne vale davvero la pena!


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta