I nuovi IMac Alluminium


Imac alluminium
Imac alluminium

 Ogni anno, quasi puntualmente, Apple propone un aggiornamento hardware del suo iMac, il sistema

diventato ormai la bandiera della casa di Cupertino nel settore Pc, il desktop all-in-one che ha forse segnato più di tutti la svolta avvenuta dopo il ritorno di Steve Jobs alla guida dell’azienda. Dal primo iMac all’ultima versione sono ovviamente cambiate moltissime cose, ma probabilmente sono due i punti di stacco netto che si possono identificare nell’evoluzione recente della famiglia iMac.

Il primo, e probabilmente più importante, è il passaggio alle Cpu Intel x86, il secondo è invece da ricercarsi nella nuova generazione, che vi aiuteremo a conoscere meglio in queste pagine.

I detrattori di questi sistemi hanno infatti da sempre fatto ricorso a due idee: la mancanza di software specifico e l’impossibilità di giocare adeguatamente con esse date le scarse prestazioni del comparto grafico integrato; due idee destinate a essere presto confutate dalla prova dei fatti.

La nuova generazione di iMac Aluminium riprende le caratteristiche fondamentali viste nei modelli precedenti: la scocca esterna è praticamente identica e le differenze sono da ricercarsi solamente nei nuovi componenti adottati da Apple per l’interno.

L’estetica, e la dotazione di porte di espansione, è dunque quasi uguale ai primi iMac Aluminium: nella parte superiore del monitor si trova la webcam iSight integrata mentre sul retro, oltre al connettore per il cavo di alimentazione (l’alimentatore è integrato) si trovano tre porte Usb 2.0, una Firewire 400 e una Firewire 800, oltre alla connessione di rete gigabit Ethernet. Presente inoltre un connettore mini-Dvi, che permette di collegare all’iMac un monitor esterno con connessione Vga o Dvi. Purtroppo manca la possibilità di utilizzare lo schermo dell’iMac per altri sistemi, data l’assenza di qualunque connessione video in ingresso.

Infine troviamo i due jack per cuffia e microfono, a dire il vero un po’ scomodi per via del loro posizionamento sul retro dello schermo. In dotazione, come sempre, sono forniti anche mouse e tastiera Apple, forse i due elementi che, puntando sullo stile a un livello esasperato, non offrono quella facilità d’uso tipica degli altri prodotti Apple.

L’architettura interna si basa ovviamente su Cpu Intel di ultima generazione: nella nuova linea iMac trovano infatti posto le Cpu Intel Core 2 Duo di ultima generazione prodotte da Intel in maniera specifica per Apple. I modelli attualmente in commercio sono quattro, configurabili dall’utente con l’aggiunta di alcune caratteristiche in fase di perfezionamento dell’acquisto sul sito Apple. I due modelli di ingresso si basano su uno schermo Lcd da 20 pollici con risoluzione di 1.680 x 1.050 punti e si differenziano per quasi tutto l’hardware adottato. Il primo ha una Cpu dual core da 2,4 GHz, 1 Gbyte di Ram Ddr2, un disco da 250 Gbyte e una scheda grafica AMD Radeon HD2400 XT da 128 Mbyte. Il secondo invece ha una Cpu da 2,66 GHz, 2 Gbyte di Ram, disco da 320 Gbyte e una più performante Radeon HD2600 Pro da 256 Mbyte.

 Entrambi possono inoltre essere equipaggiati con un massimo di 4 Gbyte di memoria e un disco di capacità superiore, fino a un massimo di 500 Gbyte per il primo modello e 750 Gbyte per il secondo. I due modelli di punta,  basati su di uno schermo (forse troppo lucido) da 24 pollici e risoluzione full HD di 1.920 x 1.200 punti, adottano processori e, soprattutto, schede grafiche più potenti.

In questo caso parlare di due distinti modelli ha poco senso, in pratica il top di gamma è esattamente la versione base dotata di tutto l’equipaggiamento accessorio che Apple permette di avere, proposto (quasi incredibilmente) allo stesso identico prezzo. La base consiste in una Cpu dual core da 2,8 GHz, 2 Gbyte di Ram, disco da 320 Gbyte e grafica Radeon HD2600 Pro da 256 Mbyte. La macchina da noi analizzata è invece il top di gamma, dotata della nuovissima Cpu Intel E8435 (esclusiva Apple) a 3,06 GHz prodotta a 45 nm, 2 Gbyte di Ram (espandibili fino a 4 Gbyte), un disco da 500  Gbyte (750 e 1.000 Gbyte le opzioni) e una Nvidia GeForce 8800 GS da 512 Mbyte di memoria.

Due sono i particolari che rendono questa macchina estremamente interessante: per la prima volta Apple riesce ad avere su un proprio sistema iMac un processore che raggiunge le stesse prestazioni del top di gamma (dual core) sui desktop tradizionali e, come in molti attendevano da anni, un comparto grafico finalmente degno di questo nome che dovrebbe consentire anche agli utenti Apple di giocare più che degnamente sul proprio iMac di ultima generazione.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

Cpu / frequenza: Intel Core 2 Duo E8435 / 3,06 GHz

Memoria: 2.048 Mbyte Ddr2 800 MHz

Chip grafico / memoria locale: Nvidia GeForce 8800 GS / 512 Mbyte

Disco rigido / capacità: Seagate Barracuda 7200.10 Sata II / 500 Gbyte

Unità ottica: Matsushita Dvd-rw UJ-875

Schermo: 24″ risoluzione 1.920 x 1.200

Porte posteriori: 3 Usb 2.0 (altre 2 sulla tastiera),  1 Firewire 400, 1 Firewire 800, 1 mini Dvi out, 1 Rj-45,

1 jack microfono, 1 jack cuffie

Software:

Sistema operativo: Apple Os X 10.5.4 “Leopard”

Software aggiuntivo: iLife ’08 Full, iWork ’08 in prova

30 giorni.

 

Danilo Panettieri per Flashmobile


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta