Google vede Siri come una minaccia al suo business


siri iPhone 4sEric Schmidt, presidente di Google, è spesso impegnato nella difesa della sua società dall’accusa di aver approfittato della sua posizione dominante nei motori di ricerca, per favorire una società invece che un’altra con l’uso di pratiche scorrette nei confronti dei suoi antogonisti. In tal senso Eric Schmidt ha partecipato a parecchie audizioni organizzate dalle commissioni antitrust, sia in USA che in Europa.

In questi giorni, in rete, sono apparsi alcuni frammenti relativi ad una recente audizione di Schmidt, che parlava di fronte alla commissione del senato degli Stati Uniti competente per l’anti-trust, in cui il presidente di Google parla di Siri, il nuovo software proposto dall’Apple, come un esempio di innovazione significativa e come una minaccia per il suo business.

Come sappiamo Siri, che funziona come una specie di assistente personale vocale, è in grado di effettuare ricerche sul web, fornire informazioni meteo o di borsa dietro comandi vocali e quindi potrebbe modificare completamente il modo di documentarsi sul web, arrecando grossi danni a Google. Sarà veramente Siri una minaccia o è una cosa positiva per Google far vedere che sul web vi sono antagonisti, agguerriti come e più di loro ? Voi che ne pensate ?


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta