Gartner: i tablet cannibalizzeranno il mercato hardware


Uno studio commissionato alla grande azienda di studi statistici Gartner, ufficializza quello che già gli esperti di settore avevano capito da tempo: la fine del 2010 e tutto il 2011, sanciranno il grande successo dei tablet nel mercato dell’informatica personale e non solo, dispositivi il cui gradimento è stato senza dubbio “iniziato” dall’Apple iPad. Secondo Gartner, guardando nel lungo periodo, le vendite dei tablet potrebbero raggiungere nel 2013 la ragguardevole cifra di 154 milioni di pezzi, per poi arrivare a presunti 208 milioni di pezzi nel 2014. Secondo l’istituto di ricerca, non si tratta però di una semplice espolosione di questi dispositivi sul mercato, ma di una vera e propria “cannibalizzazione” dello stesso, quindi a scapito di altri prodotti per il segmento consumer.

A risentirci saranno soprattutto i lettori di e-book, i player portatili, le console da gioco, le cui vendite crolleranno in particolar modo quando i tablet iper accessoriati scenderanno al di sotto del prezzo di listino di 300 dollari e questo potrebbe accadere nel giro di neanche un paio di anni. Proprio nel 2012, infatti, si prevede che le vendite di tablet – per quel tempo con display touch screen da minimo 7 pollici di diagonale e tutti dotati di funzionalità telefoniche – arriveranno a quota 100 milioni di pezzi. Appare quindi assai probabile che, in meno di due anni, spariranno dal mercato i netbook, poco più di un “anello mancante” nella catena che separa i tradizionali personal computer desktop e notebook dai tablet, mentre resisteranno tranquillamente gli smartphone, che saranno sempre più potenti e dotati di funzionalità.

Per Gartner sarà però soprattutto il mercato business, e non quello consumer, a trainare il mercato di questo dispositivi, dato che tutti gli uomini d’affari, dopo anni ed anni passati ad abituarsi a servizi come il Blackberry, vorranno a tutti i costi dotarsi di un tablet che consentirà loro di accedere con facilità via internet mobile a servizi quali l’email, l’agenda, il calendario ed una minima navigazione web. A facilitare il tutto, infine, le offerte degli operatori di telecomunicazioni, che già oggi consentono di acquistare un tablet in abbinamento ad un piano tariffario business con contratto di durata di 24 mesi, come ad esempio l’ultimo tablet della Samsung, oggi come oggi offerto da Wind, H3G e Vodafone.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta