Facebook sfida Flickr sulle foto ad alta risoluzione


In attesa che vengano svelati i dettagli del – comunque presunto – accordo tra Facebook e Skype, il social network più popolare del mondo aggiunge delle nuove funzionalità che sembrano andare in diretta concorrenza con quelle di un altro social espressamente dedicato alla fotografia, Flickr. Facebook ha infatti aggiunto delle caratteristiche nuove di zecca per ciò che riguarda l’upload e la gestione di fotografie, aprendo anche al mondo dell’alta risoluzione; il tutto sarà “propagato” tra i diversi server del “libro delle facce” nel giro di un mese, termine entro il quale tutti i suoi utenti potranno usufruire delle novità.

In pratica si tratta innanzitutto della possibilità di caricare sulla piattaforma immagini di qualsiasi formato ma fino ad un massimo di 2048 pixel in orizzontale, mentre prima il limite era di appena 720 pixel. L’altra novità è quella dell’abbandono di Java come sistema di gestione e di caricamento delle fotografie, in favore del più performante Adobe Flash; grazie a questa tecnologia, inoltre, si perfeziona il sistema di visualizzazione “rolling” delle immagini. Si tratta in pratica dello stesso sistema adottato da qualche tempo da Google Immagini, dove per vedere tutte le foto non c’è bisogno di sfogliare più pagine, ma la pagina web può scorrere in verticale fino all’infinito, o meglio fino a quando finiscono le foto di quell’album. Anche i tag di ogni singola foto verranno visualizzati nella parte alta della pagina web, permettendo di visualizzare i tag di più foto senza spostarsi di pagina ma semplicemente scegliendo una fotografia, che viene evidenziata da un sfondino o cornice scura.

L’ultima novità riguarda il meccanismo di upload delle foto, al quale gli utenti appassionati hanno comunque già ovviato con l’utilizzo di particolari software ad hoc. Anche il sistema di caricamento delle foto si basa adesso su Adobe Flash e permette di caricare più fotografie velocemente e anche con un meccanismo di “multi tagging”, ovvero la possibilità di taggare una o più persone in più foto in modo massivo, evitando così un lungo lavoro manuale. Funzionalità che impensieriscono Flickr, il cui enorme database di fotografie ha nel frattempo toccato la ragguardevole quota di 5 miliardi (!), ma è probabile che i fotografi professionisti non si faranno abbindolare così facilmente da queste novità di Facebook, specialmente perché su questo social network la politica di privacy e di proprietà dei contenuti caricati nella piattaforma è ancora nebulosa, contrariamente a Flickr che garantisce il massimo rispetto del copyright nei confronti dei lavori dei suoi utenti.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta