Condividere contenuti facilmente: Plone4Artists


Il mondo del virtuale non ci permette di distinguere più di tanto tra svaghi e giochi, ogni volta che siamo in rete per esigenze di puro relax, navighiamo tra i siti internet, aggiorniamo al nostra pagina Facebook o semplicemente scambiamo video e audio con gli amici, si più arrivare a dire che stiamo giocando. Internet è insomma il grande video gioco del nuovo millennio perché tra medie e piccole applicazione, social network e siti personali ci permette di svagarci per ore senza mai giungere alla noia. Per consentire questo genere di divertimento, però, sono necessarie molte e diverse applicazioni, per gli scopi più disparati e che permettano di creare le cose più strane. Una delle esigenze che sempre più si stanno diffondendo sul web, grazie anche e soprattutto alla nuova moda importata dall’America dei social network, è quella dello scambio virtuale di file multimediali, la condivisione di foto, la condivisione di video, l’invio e la ricezione di ile musicali ma soprattutto le possibilità che ruotano intorno a questa funzione. Per fare un esempio è bellissimo condividere foto su Facebook, ma ancora più bello, e ciò che rende veramente speciale questa applicazione è la possibilità di commentare la foto, taggarla, esprimere pareri come “a Tizio piace questo elemento” aggiungere le foto alle bacheche e alle bacheche di amici, e così via. Questa esigenza di inter scambio e condivisione non accomuna solo gli adolescenti ed i network di svago che costellano il mondo di internet ma anche organizzazioni e singoli, così come comunità “professionali” o semi professionali.

 

Un esempio pratico può aiutarci a capire, molti dei nostri genitori vedono siti come youtube e Facebook, con l’occhio critico di chi ci guardava perdere interi pomeriggi alla sala giochi al posto che sui libri. Alcuni brand importanti però, usano questi canali per diffondere video di utilità, che vanno dai tutorial riferiti all’uso di software fino, ad esempio, alla diffusione di video altrimenti censurati dal governo. I contenuti multimediali di un sito web, che sia un blog, un sito personale, ufficiale, ufficioso, associativo, aggregativo ed altro sono sempre uno dei contenuti più cliccati e quotati sul web.

 

Tra gli strumenti presenti in rete che permettono la diffusione e gestione del materiale multimediale esiste un programma molto interessante per una serie di motivi, primo fra tutto la sua natura free, ovvero di Open Source. Un software open permette la modifica del codice sorgente per l’adattamento alle esigenze dell’utilizzatore senza necessità di spese di licenza, in più è supportato da una comunità di sviluppatori mondiale molto vasta ed attiva sempre pronta ad aiutare nella configurazione e personalizzazione ed inventare nuove funzioni laddove queste siano trovate mancanti. Stiamo parlando, in questo caso di un CMS ovvero un Content Management System, un Sistema di Gestione dei Contenuti, un CMS gestisce in maniera semplice i file caricati, permettendo anche a quelli che meno se ne intendono e non conoscono una riga di codice di inserire di tutto sul web.

 

Plone4Artists è lo strumento di cui stiamo parlando, un programma sviluppato per l’inserimento di file multimediali e in particolare la creazione di siti vetrina. Facciamo un esempio pratico di uso professionale e non. Un negozio di dischi potrebbe usare Plone4Artists per caricare una serie di file audio e video musicali nel proprio portale, così da creare una sorta di gallery anteprima per invogliare all’acquisto, magari all’acquisto online sullo stesso sito grazie ad altre funzioni del programma. Plone4Artists permette inoltre il ranking ed il filtraggio, ciò significa che il video o altro materiale multimediale può essere ordinato secondo una serie di caratteristiche (per autore, durata, tipo, album, etc…) ma può anche essere votato dai visitatori ed in questo caso alle altre funzioni pre esistenti si aggiunge la modalità ordina per “gradimento”.

 

 

Chiunque visiti il sito può lasciare commenti, in questo modo un cliente soddisfatto che lasci un commento relativo ad un disco appena uscito, ad esempio, potrebbe essere di stimolo per il cliente successivo ancora indeciso. Questo esempio che può considerarsi banale di uso professionale arreca al negozio in questione un grande vantaggio, con Plone4Artists infatti ci vorranno pochissimi minuti per caricare e gestire il materiale i commenti e tutte le altre funzioni e il tutto sarà sempre ben ordinato e navigabile oltre che ottimamente indicizzato sui motori di ricerca grazie agli automatismi di Plone. Immaginate adesso queste stesse possibili funzioni applicate ad un sito non professionale di amici poco capaci nel campo informatico che fanno ad esempio parte di una band e vogliono condividere con il mondo e con il loro social network una serie di brani realizzati o i video della tournée di questa estate?  Con tanto di album presenze per i fan e la possibilità per chi ha assistito agli spettacoli di lasciarne memoria eterna nel web! Il tutto in maniera semplice e gratuita e con l’assistenza continua di centinaia di programmatori esperti ogni volta che se ne ha bisogno.

 

Sara


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta