Chi passa a Mac non lo lascia più: il MacBook Air e il Mac Mini!


Cari miei, addio al PC. Sembra anacronistico dato il diffondersi sempre più marcato delle tecnologie Windows ma, anche grazie alle terribili abitudini del nuovo Windows Vista, sono in molti a decidere di disertare il famoso brand di Bill Gates per passare definitivamente a Mac.

 

Non c’è storia! chiunque abbia provato un prodotto Apple come Mac non potrà mai più tornare alle infinite problematiche del PC. Ci sono diversi vantaggi nello scegliere Mac, primo fra tutti la tecnologia che sta alle spalle del sistema operativo, cui si aggiunge un alta qualità del prodotto Hardware ed un design accattivante dal punto di vista estetico ma anche da quello funzionale (dimensioni ridotti, durata delle batterie ampliata, peso insignificante, ecc…).

 

Ultimo nato dell’albero delle Mele è il MacBook Air, della famiglia dei portatili Apple il MacBook Air nasce come il più sottile e leggero della serie mentre garantisce la stessa robustezza di un normale formato. Un po’ come girare con un quadernone nella borsa, solo che una volta aperto avrete a portata di pollice opponibile ogni funzione Macintosh.

 

Mac Book Air
Mac Book Air

Guardiamo allora alcune delle caratteristiche di questo gioiellino che ha raccolto notevoli consensi nel campo del Laptop da viaggio. Le unità a stato solido (SSD) sono state programmate per consumare meno ed accrescere l’aspettativa di vita; da esse sono state eliminate le parti mobili così da diminuire il rischio di rotture. Il nuovo disco poi, ha una capacità di 128GB. La capacità grafica ed acustica del Mac fa invidia a mezzo mondo, i Mac sono famosi per essere i computer preferiti da tutti gli “artisti” del web. Il processore grafico del MacBook Air non fa eccezione, Il chip NVIDIA GeForce 9400M del MacBook Air offre una grafica straordinaria, con prestazioni sei volte superiori rispetto al modello originale. Le varie garanzie e certificazioni di questo splendido esemplare, come l’ EPEAT Gold e l’ENERGY STAR confermano la qualità del prodotto. Se un Mac è per la vita non possiamo, però ignorare che anche non essendo un vero e proprio diamante il prezzo non è nemmeno quello di uno zircone, facciamo però attenzione, senza soffermarci troppo sulle premesse che una buona tecnologia all’avanguardia vale il denaro speso ci sono due modi di risparmiare senza perdere in qualità. Il primo caso è quello degli apparecchi rigenerati.

 

La Apple ritira dal mercato gli apparecchi in garanzia che hanno dei difetti, li smonta e ricostruisce totalmente e sostituisce tutti i pezzi sottoponendoli agli stessi processi iniziali di ogni produzione, questo garantisce il perfetto funzionamento dell’apparecchio e da origine ad una nuova garanzia. Gli apparecchi che sottostanno a queste procedure, però, sono pur sempre degli apparecchi “vissuti” questo vuol dire che pur essendo tecnologicamente ineccepibili e con nulla da invidiare al resto della produzioni, l’hardware esterno può avere delle macchie o scippi dovuti al precedente uso. Per chi non bada all’apparenza ma al contenuto può comprare uno di questi apparecchi risparmiando anche 200 o 300 euro a pezzo e magari optando per un nuovo rivestimento in caso di scippi troppo visibili. La seconda ipotesi è invece, utilizzare uno degli sconti Apple, come ad esempio quelli dedicati al mondo dell’istruzione.

 

Mac Mini
Mac Mini

Se siete studenti maggiorenni, lettori universitari, professori, enti di formazione o in generale potete dimostrare la vostra appartenenza al mondo dell’istruzione la Apple applica uno sconto consistente sui suoi prodotti permettendovi di risparmiare un bel pò di denaro. Questo sconto si chiama “sconto Educational Apple” e ne trovate maggiori informazioni al sito del brand. State ben attenti a scegliere la macchina che più fa per voi, senza farvi incantare dall’estetica. Se, ad esempio, lavorate in un ufficio e non avete l’esigenza di viaggiare con il vostro computer potreste essere interessati ad un Mac da scrivania, come ad esempio un Mac Mini, l’equivalente delle colonne di un normale Computer da casa ma delle dimensioni di un libro tascabile e soprattutto con un prezzo molto ridotto (circa 500 euro). Il Mac Mini racchiude tutto il meglio della tecnologie Mac in un involucro ridotto e compatto che può essere collegato al vostro vecchio monitor ed alle normali tastiere per Windows. Ma cosa c’è nella scatolina? Alle spalle del Mac c’è la tecnologia Mac OS X con il sistema Leopard 10.5. Tra le varie applicazioni di default ne troverete alcune molto interessanti che sostituiscono le normali funzioni di suite per ufficio della Microsoft. iLife, iWork, Final Cut, Logic Studio, e tante altre che vi permettono di sostituire qualsiasi strumento di microsoft e addirittura migliorarne alcuni come le presentazioni multimediali ed i file complessi. Sarà poi un fiore all’occhiello un pò da fighettoni, ma chiunque abbia provato almeno una volta l’interfaccia utente del MAC non è più capace di tornare indietro, troppo intuitivo e “cool” per lasciarselo scappare da sotto il naso soprattutto se ci avete già preso la mano… o meglio, il dito.

 

Sara


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta