BlackBerry PlayBook : scheda tecnica, data d'uscita, prezzo


Nella guerra del mercato informatico, RIM propone sul mercato il suo nuovo tablet presentato come BlackBerry PlayBook, terminale che dovrebbe essere il competitor ufficiale dell’Ipad 2 uscito il 25 Marzo in Italia.

COMPARTO ESTERIORE

Il nuovo terminale di casa RIM dai primi video e le foto scattate al CES 2011, manifestazione dedicata ai tablet in uscita e all’esposizione di quelli immessi da poco sul mercato, notiamo un design di altissimo livello, le forme squadrate danno un senso di cura nei dettagli, il colore nero lucido snellisce un teminale dalle dimensioni non indifferenti, esso monta uno schermo da 7 pollici quindi la mole del terminale ne dovrà risentire ovviamente.

Le dimensioni ufficiali secondo la scheda tecnica del produttore sono:

  • Altezza 130 mm
  • Larghezza 194 mm
  • Spessore 10 mm

il tutto racchiuso in un peso di 435 grammi, che sono pochissimi se paragonati al nuovo ipad 2, che per la versione base ha un peso di 600 grammi circa.

Cura nei dettagli e nelle forme per consentire un’ergonomia di alto livello ed una facile trasporto, sarà interessante vedere in questo senso se verrà creata anche per PlayBook una cover tecnologica che risponda alla Smart Cover magnetica di casa Apple.

Schermo capacitivo, predisposto per multitouch e gesture control, dalle dimensioni importanti, 7 pollici in risoluzione da 1024 x 600 pixel, il nuovo display avrà una tecnologia WSVGA che consente una reattività dello schermo sorprendente al touch e una maggiore fluidità coniata proprio per i tablet, che ovviamente non possono essere gestiti da un sistema simile a quello dei più famosi smartphone.

Per quanto riguarda i colori disponibili, al momento non si hanno notizie certe ma prevedibile per il momento il lancio solo in versione black, per evenutalmente riprendere la produzione in altri colori successivamente.

COMPARTO HARDWARE E SOFTWARE

Comparto questo davvero sorprendente, chi si aspettava un terminale dalla poca forma motrice si sbagliava di grosso, le prestazioni di questo nuovo BlackBerry PlayBook sono in linea con la gamma top del mercato e promettono resa massima per tutte le attività dedicate a questo tipo di materiali, dalla navigazione web al reparto multimediale, dove sarà possibile girare video in HD.

Le caratteristiche tecniche che sono state fornite alla presentazione dalla casa produttrice sono:

  • Processore dual-core da 1 GHz
  • RAM da 1 GB
  • Sistema operativo QNX Neutrino microkernel
  • Fotocamera sul retro da 5 megapixel
  • Fotocamera frontale da 3 megapixel
  • Ingresso micro USB
  • Ingresso HDMI

Ottima l’integrazione di due fotocamere HD entrambe consentono di girare video in alta definizione fino a 1080p, per quanto riguarda invece il resto del comparto hardware e software inattesa di provarlo possiamo solo dire che aspettiamo con impazienza di averlo tra le mani, poichè questo potrebbe essere un degno rivale di Ipad 2 sia per il comparto multimediale, anche se presumo con qualche piccola eccezione, e superiore per quanto riguarda il lato business, vera punta di diamante di RIM  e BlackBerry che nell’ultimo periodo hanno acquisito la fama di terminali per il lavoro per eccellenza, offrendo un pacchetto di applicazioni e sincronizzazioni di primo livello, che sicuramente in questo tablet non mancheranno.

CONNETTIVITÀ

Per il comparto connessioni non abbiamo le informazioni complete ma dalle prime foto e review, come già detto in precedenza saranno presenti:

  • Accesso 3G via Blackberry
  • Wi-Fi 802.11 a/b/g/n
  • MicroUSB
  • Micro HDMI
  • DLNA
  • Bluetooth 2.1 + EDR

queste le prime indiscrezioni per questo tablet, non credo ci saranno grosse novità oltre alla connessione 3G BlackBerry dedicata, comunque spicca l’assenza del comparto sim card che non consente a questo terminale di essere un All in one, per l’ovvia impossibilità di effettuare chiamate e connessioni internet indipendenti, questa scelta ricade sulla filosofia BlackBerry di incentrare le funzionalità sul lato business, tralasciando altre applicazioni e funzioni, potrebbero talvolta aumentare il raggio d’utenza.

Una pecca per RIM che perde molto nel settore dedicato alla multimedialità e le applicazioni, acquista però così un’immagine molto più forte dedicata al settore business che già con il settore smartphone ha risposto alla grande con le vendite, risultando quest’anno migliore anche di Apple.

CONFEZIONE E ACCESSORI

In attesa dell’uscita del tablet, possiamo solo ipotizzare quale sarà il contenuto della confezione e i possibili accessori studiati per questo modello, a differenza di Apple infatti BlackBerry non ha divulgato per il momento notizie relative alla dotazione e ai possibili elementi utilizzabili con il PlayBook.

Sicuramente ci saranno il caricabatterie da viaggio, i manuali, sarebbe utile un panno per la pulizia dello schermo ed un supporto, anche di piccole dimensioni, che possa aiutare nella scrittura, in modo da sollevare il tablet quando appoggiato su un piano.

PREZZO E DATA D’USCITA

Il prezzo negli Stati Uniti per la versione base è stato fissato a 499 dollari, la data di uscita negli States è il 19 Aprile, quindi presumibilmente per veder arrivare questo terminale sul mercato europeo dovremo aspettare un paio di mesi dopo l’uscita oltre oceano almeno.

Prezzo discreto anche se la mancanza di un sistema di connessione diretta da tablet dovrebbe farlo scendere di qualche dollaro, come accaduto per l’Ipad 2 che ha incrementato i prezzi per la versione che integra la connessione 3G.

Punto a favore sicuramente sarà la distribuzione diretta, cioè la possibilità da parte degli utenti, salvo improvvisi cambiamenti, di acquistare il terminale direttamente nei negozi di elettronica che ne faranno richiesta, al contrario di Ipad che è acquistabile solo sullo store online o nei negozi Apple, non presenti in tutte le città, producendo tempi d’attesa molto alti, che alzano qualche critica sul web tra i fan del marchio.

CONCLUSIONI

In conclusione non sembra essere questo un tablet rivoluzionario ma sicuramente al passo coi tempi, allo stesso livello della concorrenza  e di ottima fattura sia per i materiali che per componenti e funzionalità.

Il prezzo è sotto lo standard dei competitor quindi potrebbe riscuotere un discreto successo, soprattutto per l’utenza business che dovrebbe almeno in linea teorica preferirlo ad altri terminali, poichè se verrà rispettata la linea di produzione volta al lavoro, alla semplicità di utilizzo e la capacità di soddisfare tutte le esigenze che un utente può incontrare quando è in mobilità, questo modello sarà un gamma top come per il settore della telefonia, che ha brillato per molti degli aspetti sopra citati.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta