Presentazione del nuovo iPad


Tim Cook, CEO dell’Apple, è entusiasta del successo riportato dall’iPad e durante la sua conferenza allo “Yerba Buena Center for the Arts” di San Francisco, dice che gli oltre 100 modelli di tablet non Apple lanciati nel 2011 non possano essere paragonati all’iPad, nè per applicazioni nè per risoluzione grafica.

Ora è arrivato il momento di presentare il nuovo modello che non si chiamerà “iPad HD” nè “iPad 3” ma semplicemente iPad e sul palco sale Phil Schiller che dice che sul nuovo iPad vi sarà il sistema a retina display.

Schiller afferma che, su questo nuovo display, c’è la migliore risoluzione disponibile per un qualsiasi dispositivo mobile. Il nuovo iPad vanta una risoluzione di 2.048 x1. 536 milioni di pixel.

Un altro cambiamento notevole è la possibilità di connettersi alla rete 4G LTE, cosa che verrà aggiunta anche al prossimo iPhone. Schiller ha detto che la connessione permetterà una velocità di download di 73 Mbps.

La durata della batteria dell’ iPad rimane costante a 10 ore, anche se scende a 9 ore con 4G. Questa è sicuramente una cifra impressionante, considerando che il 4G LTE prosciuga la batteria di altri dispositivi.

Un ‘altra novità riguarda la fotocamera posteriore in grado di girare video HD  molto simile a quella dell’iPhone 4S con 5 MP, con illuminazione posteriore, un filtro IR, e un sistema di stabilizzazione delle immagini.

E’ possibile preordinare il nuovo tablet che sarà disponibile dal 16 marzo in dieci paesi tra cui Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia e Germania ed invece il 23 marzo verrà lanciato in altri 26 paesi tra cui l’Italia.

Per quello che riguarda i prezzi questi sono gli stessi del vecchio modello di iPad, ossia 499, 599 e 699 dollari per 16GB, 32GB e 64GB per quello che riguarda i i modelli Wi-Fi, mentre quelli con accesso 4G LTE costeranno 629, 729 o 829 sempre per lo stesso storage di 16, 32, 64 GB.

A questo punto non rimane che aspettare qualche giorno per vedere il nuovo tablet al lavoro con giochi, applicazioni e sopratutto con le sue App native, opportunamente aggiornate, come iWork e tra le tante iLife e iMovie.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta