Possibili problemi di produzione per l'iPad 2


iPad 2Secondo la società di ricerca di mercato, iSuppli, la devastante esplosione che ha colpito l’industria cinese Foxconn, provocando tre morti ed una quindicina di feriti, potrebbe determinare un deficit di produzione di oltre 500.000 unità di iPad 2, nel secondo trimestre dell’anno.

La società Foxconn assembla gli iPad ma Terry Gou, presidente della società Hon Hai, da cui dipende Foxconn, ha assicurato che l’esplosione non avrebbe determinato ritardi di produzione per quello che riguarda l’iPad 2 o anche per ciò che concerne materiali legati all’iPhone o all’iPad, nel terzo trimestre.

Secondo altri analisti, come Shaw Wu, Foxconn può in ogni caso contare su linee di produzione diverse per l’iPad e la fabbrica di Shenzhen avrebbe potuto gestire la produzione dell’iPad, fintanto che l’impianto di Chengdu, dove si è verificata l’esplosione, non venga ripristinato.

C’è però anche da ricordare, come già riportato ad inizio mese da DigiTimes, che la Foxconn aveva avuto problemi e ricevuto molte critiche sul suo modo di garantire i diritti dei lavoratori, costretti a lavorare con scarsa protezioni ed in ambienti poco ventilati e ciò aveva già provocato carenza di mano d’opera e spinto l’azienda a tagliare la produzione complessiva di iPad 2 portandola da 3 milioni al mese a 2,5 milioni.

Ora, indubbiamente, se la quantità di iPad 2 prodotti a Chengdu, dovrà essere bloccata, almeno fino alla fine di giugno, questo dipenderà dalle indagini in corso. E’ quindi, molto probabile che la sola fabbrica di Shenzhen, non sia in grado di compensare il deficit nel corso del secondo trimestre. Anche se come ritiene anche iSuppli, l’impatto dell’esplosione, dovrebbe durare solo per un breve periodo.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta