Più “App” che canzoni nei downl oad


L’App Store della Apple – il celebre “mercatone” online di piccoli software per i dispositivi mobili basati su iOS – ha raggiunto l’incredibile traguardo di oltre 6 miliardi di downl oad in poco più di due anni dalla sua nascita. Considerando il tasso di crescita di questi dow nload – circa 200 “app” scaricate ogni secondo! – si può prevedere in tempi brevi lo storico sorpasso sulla musica digitale.

Da una ricerca condotta dalla Asymco – una società specializzata nelle analisi di mercato ma anche attiva nello sviluppo di software per dispositivi mobili – arrivano questi dati che ora vengono guardati con molto interesse: iTunes ha infatti impiegato ben cinque anni per raggiungere i 6 miliardi di down load di brani musicali in formato digitale, mentre l’App Store, sempre della Apple, ha toccato questo traguardo in appena 26 mesi dal suo lancio, quindi basterà attendere la fine del 2010 per assistere allo storico sorpasso, sempre se si mantiene il trend attuale.

Alla Asymco non sono comunque per niente stupiti da questi risultati. Il successo dell’App Store, secondo loro, è dovuto innanzitutto al proliferare di dispositivi mobili basati su iOS, che quindi allarga il potenziale bacino di utenti di applicazioni. Inoltre questi piccoli software, contrariamente alla musica in digitale, non sono poi così facilmente “piratabili”, mentre gli MP3 si trovano in gran quantità sulle reti peer-to-peer, e sono tantissimi quelli che preferiscono scaric are in modo illegale una canzone piuttosto di acquistarla su store come iTunes, anche se disponibile all’irrisorio costo di 99,00 centesimi di dollaro.

Non bisogna poi dimenticare che la maggioranza della App sono gratuite e che, vista in molti casi la loro inutilità, gli utenti se ne sbarazzano presto e si mettono in cerca di nuovi software, per non parlare di quelli che fanno a gara con gli amici a chi ne ha scaricate di più, al grido di “tanto sono gratis!”. Le App veramente utili, invece, raggiungono molto facilmente il traguardo di milioni e milioni di down load e, visto il risultato numerico raggiunto fino a questo momento dall’App Store, c’è da giurarci che nel prossimo futuro questo diventerà il business numero uno di tutta la Apple.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta