Apple: MacBook Air 2011, prezzo e scheda tecnica


Finalmente buone notizie della casa statunitense Apple, dopo Iphone 4 e Ipad versione 2.0 un altro terminale sta per arrivare sul mercato, si tratta della nuova serie di MacBook Air 2011 che sostituirà quelli presenti sullo store in questo momento.

In questa recensione andremo ad analizzare se vale la pena aspettare il nuovo modello oppure accaparrarsi il vecchio ad un prezzo più basso, che potrebbe calare nelle prossime settimane, facendo un sommario confronto tra l’attuale modello ed il nuovo in uscita in estate.

Come in occasione dell’articolo fatto sul nuovo MacBook Pro 2011, anche qui è d’obbligo una premessa, questi pc sono basati su tecnologie che permettono un utilizzo principalmente in mobilità, quindi paragonare le loro prestazioni, ai nostri computer di casa è ancora impensabile per diversi motivi, quindi i giudizi sulle prestazione e sulla qualità del pacchetto sono da ricercare nel confronto con altri modelli pari gamma.

COMPARTO ESTERIORE

Non credo ci siano utenti che possano dire il contrario, Apple è la casa produttrice leader per il reparto design e sviluppo dei materiali, queste due variabili sono alla base della progettazione di questi MacBook Air, infatti Apple poggia per una buona parte del suo successo sul mercato, sulla pubblicità ed il design accattivante.

Le dimensioni del nuovo modello variano ovviamente a seconda della grandezza dello schermo scelto, per la versione da 13 pollici, le dimensioni ufficiali come da scheda tecnica fornita dal produttore sono:

  • Altezza: 0,3-1,7 cm
  • Larghezza: 32,5 cm
  • Profondità: 22,7 cm
  • Peso: 1,32 kg

Dimensioni molto ridotte rispetto alla concorrenza, caratterizzate da un peso non eccessivo e una ottima risoluzione display massima di 1440 x 900 (nativa), con uno schermo Widescreen lucido o in versione antiriflesso opzionale da 13,3″ di diagonale ad alta definizione retroilluminato LED, con supporto per milioni di colori.

Tralasciando la parte relativa alla tastiera classica passiamo al resto del comparto esteriore che presenta sui fianchi, come nel caso del MacBook Pro, tutti gli ingressi per le periferiche compatibili:

  • MagSafe
  • USB 2.0
  • Ingresso jack standard da 3,5 mm
  • Microfono
  • SD Card
  • Mini Display Port

Parte frontale e sul retro completamente pulita nel puro stile Apple per questo tipo di terminali, un plauso da fare alla casa di Cupertino, viene proprio dalla forma a libro ovvero più alta sul fianco nella vista laterale per poi assottigliarsi fino al minimo possibile, questa oltre ad essere una ottima soluzione stilistica è anche molto pratica nel trasporto facilitato.

Altra nota positiva per questo modello è sicuramente il display, luminosissimo grazie alla tecnologia LED e molto reattivo, senza segni di scia e delay rilevati.

HARDWARE E SOFTWARE

Come per ogni acquisto tecnologico da affrontare il comparto relativo alle prestazioni  è il più atteso poichè esse sono fondamentali nel lavoro ma anche in attività come giochi o programmi non dedicati alla sezione business.

Il MacBook Air monta un Processore Intel Core 2 Duo a 1,86GHz con 6MB di cache L2 su chip condivisa, per la versione da 13 pollici, le altre caratteristiche relative al terminale, come riportato nella scheda tecnica fornita dal produttore sono:

  • Bus frontside a 1066MHz
  • 2GB di SDRAM DDR3 a 1066MHz su scheda (massimo 4GB)
  • Unità di memoria Flash da 128 a 256 GB
  • Processore grafico NVIDIA GeForce 320M con 256MB di SDRAM DDR3 condivisa con la memoria principale

COMPARTO AUDIO E VIDEO

Non bisogna lasciarsi ingannare dall’apparenza, questo terminale anche se di piccole dimensioni gode di un audio davvero sorprendente, come tutti i modelli di casa Apple sovrasta la maggior parte degli altri modelli da questo punto di vista, sia per le componenti hardware che software, con programmi come Logic e Garage Band che vengono utilizzati dalla maggior parte degli artisti di fama mondiale al momento.

Discorso analogo per il settore video eccellente per la creazione di segmenti filmati con i vari programmi dedicati e la possibilità di modificare, creare da zero ed implementare ogni tipologia di foto e video.

Il comparto audio video per questo MacBook presenta :

  • Processore grafico NVIDIA GeForce 320M con 256MB di SDRAM DDR3 condivisa con la memoria principale
  • Risoluzione schermo natia 1440×900 per la versione da 13 pollici
  • Altoparlanti stereo
  • Microfono omnidirezionale
  • Minijack per cuffie
  • Supporto per auricolari Apple con telecomando e microfono

CONNESSIONI DI RETE E DISPOSITIVI

Reparto connettività meno ricco rispetto a MacBook Pro ma sicuramente tra i più validi sul mercato attualmente, le varie connessioni, come riportato nella scheda tecnica fornita dal produttore sono:

  • Connessione in rete Wi-Fi AirPort Extreme4 (basata sulla specifica IEEE 802.11n); compatibile con IEEE 802.11a/b/g
  • Tecnologia wireless Bluetooth 2.1 + EDR (Enhanced Data Rate)
  • Adattatore Ethernet USB Apple (in vendita separatamente)

COMPARTO BATTERIA

Batteria davvero ottima, speriamo venga ancora migliorata per i nuovi modelli, anche se difficilmente questo avverrà, i dati relativi alla batteria, come riportato nella scheda tecnica fornita dal produttore sono:

  • Batteria ai polimeri di litio da 50 watt/ora integrata
  • Alimentatore MagSafe da 45W con sistema per la gestione del cavo
  • Porta per alimentatore MagSafe
  • Autonomia massima 7 ore

PREZZO

Giungiamo alla variabile fondamentale, il prezzo, questo è il punto più interessante per questa recensione, infatti questi modelli come ormai annunciato verranno sostituiti da Apple con la linea per il 2011, questo potrebbe portare a due situazioni differenti.

La prima è l’immissione sul merato dei nuovi modelli e la fine della produzione dei modelli in commercio attualmente, in questo caso i nuovi modelli dovrebbero avere un prezzo leggermente superiore, diciamo intorno ai 1100 euro, per la versione a 13 pollici, questo porterà i rivenditori a smaltire le scorte eventuali di MacBook Air del 2010, ovviamente ad un prezzo ridotto rispetto ai 999 euro richiesti attualmente, e questo potrebbe essere un grande affare per chi volesse acquisitare un terminale valido, non troppo diverso dalla nuova linea che tenterà di risolvere solo i problemi dovuti ai freeze del sistema con nuovi componenti, ma questo non riguarda tutti i modelli.

Altra soluzione invece è quella che vede questo terminale in vendita contemporanea nello store Apple ad un prezzo ridotto, con la possibilità di upgrade, che porterebbe il prezzo alla stessa cifra della serie 2011, alternativa questa poco plausibile per vari motivi, per questo il consiglio che posso darvi è quello di aspettare Giugno e valutare il prezzo della nuova linea di MacBook Air, se ritenete che il prezzo sia idoneo potrete sicuramente affrontare l’acquisto di un terminale migliore di quello attuale, se invece il prezzo risulta troppo alto, meglio scegliere la strategia della prima opzione ipotizzata.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta