Alienware M11x: prezzo, recensione, scheda tecnica


Non credo ci sia altro notebook dedicato in tutto e per tutto al gaming che possa eguagliare al momento l’Alienware M11x, questo è meglio metterlo subito in chiaro, se siete interessati all’acquisto di un terminale dedicato ai videogiochi di qualsiasi genere, il prezzo non è accessibile a tutti ma non si discosta molto dal resto dei portatili di uso comune.

Il nuovo gioiello Dell non bada a compromessi, la missione per questa serie 2011 di notebook era mettere sul mercato un terminale di riferimento per tutti i videogiocatori, producendolo in base alle esigenze degli utenti che si fanno sempre più dettagliate e numerose.

Partiamo con l’analisi del pacchetto che viene proposto dalla casa produttrice del per i tre modelli M11x, M14x ed M18X ovvero i tre modelli per il 2011.

DESIGN E ANNOTAZIONI TECNICHE SUL DESIGN

Partendo dallo schermo questo terminale offre un esperienza di gioco interessante anche con un display da 11 pollici, questo permette di far girare sul nostro notebook qualsiasi tipo di gioco, dai più pesanti graficamente parlando a quelli con requisiti minimi standard.

Il design è davvero curato e la cosa che più colpisce al momento dell’accensione è ovviamente la tastiera retroilluminata, soluzione adottata da pochi produttori ma molto funzionale per gli utenti che giocando anche di notte o in condizioni di scarsa luminosità, riescono ad avere un controllo sulla tastiera come nelle migliori condizioni ambientali.

Molto belli anche i due led sulla parte frontale che fortificano l’idea base del design che riproduce un poco la forma di una astronave spaziale, idea madre di questa casa, come è facilmente intuibile dal nome Alienware e dal logo.

Un design che molti hanno definito spartano ma è proprio questo che rende il terminale un must tra i gamers americani, che hanno apprezzato molto le prime edizioni della serie con risultati di vendita che forse neanche la casa produttrice si aspettava.

Altro appunto da fare è relativo alle connessioni, che approfondiremo nella sezione dedicata, per il settore design ottima la scelta di riporle solamente sui lati ed il retro, liberando lo spazio frontale come ormai quasi tutti i produttori di notebook, non da poco anche la scelta di riporre l’ingresso jack da 3,5 mm sulla destra, errore comune fatto da alcune case, poichè nelle cuffie di nuova generazione il cavo di collegamento è posto sull’auricolare destro, il che consente di non avere eventuali problemi con il filo durante il gioco, dettaglio non da poco per i giocatori più esperti ed attenti al confort.

Le dimensioni della versione più piccola da 11 pollici, come riportato nella scheda tecnica Alienware sono:

  • Altezza: 32,7 mm
  • Larghezza: 285,7 mm
  • Profondità: 233,3 mm
  • Peso iniziale: 1,99 kg circa

HARDWARE E SOFTWARE

Settore principe di questa serie di portatili ovviamente quello delle prestazioni, che sono davvero il punto focale del notebook, Dell ci ha messo del suo in questi nuovi terminali garantendo un reparto hardware e software davvero incredibile, le caratteristiche principali della versione più piccola da 11 pollici, come riportato nella scheda tecnica Alienware sono:

  • Chipset Mobile Intel® GS45
  • Scheda audio Surround interna ad alta definizione 5.1
  • Temperatura di storage a 8 celle prismatiche (64 Wh) – Principale
  • Sintonizzatore TV digitale USB, sintonizzatore TV con telecomando
  • processori mobili Intel Core i5
  • Scheda grafica NVIDIA 335M da 1 GB
Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro per un settore che si presenta da solo grazie ad una scheda tecnica non impossibile ma comunque di altissimo livello per un notebook, ricordiamoci sempre, dedicato al puro gaming.
CONNESSIONI ED INTERFACCE COMPATIBILI
Ottimo il reparto relativo alle connessioni, presenti tutti i tipi di ingressi di cui un giocatore ha bisogno e non solo, presenti altri tipi di ingressi dedicati al collegamento di altri dispositivi utili aldilà del gioco.
Le connessioni e le interfacce compatibili presenti su questo Alienware M11x, come riportato nella scheda tecnica del produttore sono:
  • 1 porta IEEE-1394a a 4 pin
  • Ethernet RJ-45 (100 Mbps) integrata
  • 3 porte USB 2.0 ad alta velocità
  • Uscita video DP/HDMI
  • Lettore di schede di memoria 3 in 1
  • 2 connettori di uscita audio
  • Jack di ingresso audio / microfono (ri-assegnabile per audio 5.1)
  • Due altoparlanti anteriori incorporati
  • Adattatore di rete a/b/g/n 2×2 MIMO
  • Scheda Bluetooth wireless interna 2.1
  • Scheda audio Surround interna ad alta definizione 5.1
Di alto livello anche il reparto audio, che implementa una scheda audio Surroung che garantisce la massima resa del sonoro, sempre più curato nei videogiochi di ultima generazione, offrendo una esperienza interattiva a 360 gradi.
PREZZO E DISPONIBILITÀ SUL MERCATO

Il nuovo Alienware M11x è disponibile sul mercato europeo a circa 799 euro, davvero pochi rispetto ad altri terminali che offrono prestazioni inferiori e prezzi simili, per la versione M15x il prezzo si alza, così come il pacchetto hardware e software, a 1199 euro di base, che cresceranno ancora se si decide di aggiungere altri componenti per migliorare le prestazioni, mentre per la versione più grande ossia l’M17x il prezzo sale a 1955 euro circa.

Modelli e prezzi per tutte le esigenze e soprattutto per tutte le tasche quelli di Alienware/Dell, questo garantisce alla casa una fetta di pubblico non indifferente, dai videogiocatori casuali, ai veri e propri professionisti, che passano intere giornate sul web e pretendono dal proprio notebook una risposta sempre ai massimi livelli, per non perdere nessun istante disponibile per rallentamenti e altri bug, che per questa serie non sono stati riscontrati in nessun settore al momento.

In definitiva, il consiglio che ci sentiamo di dare è quello di acquistare sicuramente uno di questi tre notebook, l’esperienza di gioco regalata dai nuovi Alienware non è paragonabile a nessun altro terminale, soprattutto per la grafica 3d supportata dal terminale più performante, che se personalizzato con i componenti migliori sul mercato, risulta effettivamente il meglio presente al momento.

Per chi fosse ancora indeciso sull’acquisto, consigliamo di cercare su youtube qualche video recensione o meglio di provarlo in qualche modo anche solo per alcuni minuti, per rendersi subito conto di che gioiello stiamo parlando.

Guardare, però, video e foto non rende giustizia ad un terminale che offre molto di più delle semplici caratteristiche di facciata, sia dal punto di vista dell’ergonomia che delle prestazioni di gioco, oltre che agli aggiornamenti automatici per rimanere sempre al passo con il meglio della tecnologia software, di pari passo con l’evoluzione dei titoli videoludici.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta