Portege G900: il ritorno di Toshiba


Il Portégé G900, insieme al più piccolo G500, segna il ritorno di Toshiba nel settore dei dispositivi palmari con Windows Mobile. Il G900 è uno degli smartphone più potenti e completi oggi disponibili sul mercato; nasce espressamente per l’utenza aziendale e vanta caratteristiche uniche, come il lettore di impronte digitali integrato che può sostituire le password e il codice Pin.

Il nuovo Toshiba G900
Il nuovo Toshiba G900

Il G900 ha dimensioni importanti (21,5 mm di spessore) e un peso che rasenta i 200 grammi. Va portato possibilmente in una custodia da cintura; tenerlo in tasca è improponibile. Il grosso telaio in realtà racchiude possibilità vicine a quelle di un computer

portatile, a partire dal grande schermo touchscreen con diagonale di ben 3 pollici e risoluzione di 800×480 punti, quindi superiore a quella dell’iPhone di Apple. Facendo scorrere il display di lato appare la tastiera Qwerty, che risulta molto comoda e pratica da usare. Consente una battitura veloce e la grandezza dei tasti la rende una delle più ergonomiche della categoria.

Considerate le ampie velocità raggiungibili sulla rete Umts/Hsdpa, possiamo affermare che il G900 è oggi uno degli strumenti più efficaci per navigare sul web tramite rete cellulare. In dotazione viene fornito il browser Opera, che va ad affiancarsi al  classico Internet Explorer presente in Windows Mobile 6.

Le pagine vengono rese molto bene grazie all’ampia risoluzione dello schermo; la potenza del processore a 520 MHz è tale da non introdurre rallentamenti fastidiosi durante lo scrollino delle pagine. Il G900 può inoltre sfruttare le reti Wi- Fi a 54 Mbps per il collegamento a Internet, alle reti locali o per le funzioni VoIP; è presente anche un’interfaccia Bluetooth 2.0. In pratica manca solo un ricevitore satellitare Gps, ma come accennato all’inizio questo terminale nasce soprattutto per il lavoro. A consolidare

questa affermazione c’è anche la videocamera da 2 Mpixel, che fornisce foto non eccezionali e a volte un po’ sfocate negli scatti ravvicinati. Abbondante la memoria Ram, pari a 128 Mbyte ulteriormente espandibili tramite lo slot MiniSD; il cavo dati utilizza una porta stardand Mini Usb.

Il G900 supporta le connessioni Usb Host, quindi può utilizzare tastiere esterne o pen drive Usb. Di fronte a tali caratteristiche

non ci aspettavamo molto dall’autonomia della batteria; un display da 3″ ha un consumo non indifferente, ma si riusce comunque a raggiungere le otto ore di funzionamento continuo, utilizzando il G900 soprattutto come telefono e mantenendo

spente le interfacce wireless. La qualità audio in ricezione e trasmissione è buona. In dotazione sono forniti degli auricolari stereo con connettore mini jack da 2,5 mm. Abbiamo lasciato per ultimo il commento sulla realizzazione meccanica del G900, non perché sia meno importante: il telaio denota un’ottima fattura, è solido e utilizza plastiche fuori dal comune. Maneggiando

il Portégé G900 si ha l’impressione di una notevole robustezza, un fattore molto importante per chi utilizza uno smartphone come questo per lavorare. Toshiba fornisce una serie di strumenti software per la gestione del telefono, tra cui una interessante

interfaccia remota che permette di utilizzare il G900 dal proprio notebook o Pc.

 

 

Confezione e suo contenuto

L’impatto con la confezione e il cosiddetto “unboxing”, per essere del tutto sinceri, non ci si entusiasma sino in fondo, anche se in alcuni casi si tratta di aspetti di contorno. In questo la concorrenza, ha imparato dopo anni che spesso “l’abito fa il monaco”: una confezione curata e ben dotata contribuisce ad accrescere il valore del prodotto, quando ovviamente questo sia di per sé di adeguato livello. Nel caso del G900 l’aspetto esterno del packaging appare un po’ troppo dozzinale: una scatola in cartone opaco, di dimensioni molto ridotte, fasciata da una banda in cartone nero con qualche efficace cromatismo di contrasto, e nulla più. Per contro la confezione all’interno è molto compatta: aprendo la scatola nella parte superiore troviamo il device che una volta estratto consente di togliere il box interno, che contiene gli accessori raffigurati nelle immagini e va capovolto per essere aperto. Colpisce la mancanza di una custodia di protezione dell’apparecchio, un po’ meno quella del pennino di scorta. Sotto la scatola interna troviamo il manuale rapido in italiano, la copia dell’EULA e due CD contenenti il primo il software value-added e la copia del manuale operativo (in inglese), il secondo le copie di MS ActiveSync 4.5 e WMDC. Manca la copia di MS Outlook OEM che, come noto, da poco tempo non viene più distribuita insieme ai prodotti.

 

Caratteristiche tecniche

Cpu: Marvell PXA 270 a 520 MHz

Memoria: 128 Mbyte Ram, 128 Mbyte Flash Rom

Display: 3″, Tft Touchscreen, 800×480, 65.536 colori

Slot di espansione: Mini SD

Fotocamera: 2 Mpixel + secondaria 0,3 Mpixel

Connettività: Umts/Hsdpa, Gsm/Gprs/Edge,

Wi-Fi 802.11bg, Bluetoorh 2.0, Usb 1.1

GPS integrato: No

Radio FM: No

Batteria: Ioni di Litio-polimeri, 1.320 mAh

Sistema operativo: Windows Mobile 6 Professional

Dimensioni: 119 x 61 x 21,5 mm

Peso: 196 gr

 

 

Danilo Panettieri per Flashmobile


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta