Garanzia Apple multa per avere ingannato i consumatori


L’Autorità che regola l’antitrust in Italia, ossia l’AGCOM ha condannato l’Apple a pagare una multa molto salata per aver ingannato i consumatori riguardo alla durata della garanzia sui prodotti.

L’Apple infatti, offre solo un anno di garanzia sui prodotti e spinge i clienti a sottoscrivere un abbonamento all’Apple Care Protection per avere altri due anni di copertura della garanzia.

La legge italiana, però prevede, come risulta dal Codice di Consumo emanato nel 2005, che il venditore sia responsabile dei prodotti difettosi per due anni, dal momento della vendita. Quindi le Autorità italiane hanno condannato l’Apple a pagare circa 400.000 euro di multa per la violazione di detto Codice di Consumo.

L’Apple è stata inoltre condannata a pagare altri 500.000 euro per avere indotto i clienti ad abbonarsi al suo piano di protezione, per avere la garanzia estesa oltre l’anno.

Secondo l’AGCOM, infatti, l’azienda avrebbe costretto i consumatori a sottoscrivere abbonamenti riguardanti anche la parte già gratuita, a norma di legge, confondendoli con altre offerte presenti nel servizio sottoscritto, tipo l’assistenza telefonica gratuita.

Le società interessate dalla sanzione sono:  l’Apple sales international, Apple Italia S.r.l. e l’ Apple retail. Non c’è stato, finora, alcun commento da parte dei diretti interessati.

Naturalmente anche le altre aziende estere dovranno uniformarsi alla legge italiana e garantire per due anni i loro prodotti, anche se nel resto del mondo seguono altri sistemi di garanzia nei confronti dei consumatori.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta