Wikipedia Google down per protesta contro SOPA


Molti siti web, tra cui Wikipedia, Reddit, Craiglist, Google, Facebook,  hanno deciso di oscurare le loro pagine inglesi per protestare contro la famosa legge SOPA e spingere quindi, il Congresso americano a non approvare una legge che potrebbe danneggiare seriamente la libertà di internet.

Craiglist e Google hanno aderito in parte alla protesta in quanto saranno on line, ma nella loro home page esorteranno i cittadini USA a contattare i propri membri del Congresso per spingerli a votare contro l’aprovazione di SOPA.

Oltre al valore importantissimo per la libertà degli internauti, questa protesta che si affida direttamente agli utenti è un interessante esperimento sociale.

Per ora restano a guardare sia Facebook che Twitter.

Tra i contrari a questa legge, troviamo lo stesso Presidente americano, Barack Obama, contrario ad ogni legge volta a limitare la libertà di espressione di un popolo.

Tra i siti che invece hanno partecipato più attivamente alla protesta, mettendosi in volontario blackout, abbiamo la Consumer Electronics Association, BoingBoing, OpenDNS, WordPress, la Electronic Frontier Foundation.

Non possiamo che fare un plauso a questa protesta, che si rifletterà sicuramente anche nel web europeo e mondiale.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta