Google TV: a Mountain View si studiano i contenuti


Dopo le presentazioni in grande stile avvenute negli Stati Uniti delle soluzioni di Logitech e degli apparati di Sony per la Google TV, nell’azienda di Mountain View fervono le attività per garantire un futuro a questo suo innovativo progetto portando tanti contenuti ai suoi clienti. Per questo motivo l’azienda sta stringendo accordi ad hoc con alcune delle più grandi emittenti televisive degli USA, quali HBO, CNBC e Turner Broadcasting, con le quali vuole realizzare una nuova piattaforma di contenuti di ogni tipo che sia studiata appositamente per il pubblico più abituato ai filmati di YouTube che non alle soap operas o ai talk show.

Realizzato il contenitore, è quindi arrivato il momento per Google di mettere sul piatto i contenuti: le centinaia di filmati accessibili sul “tubo” sono infatti soltanto l’antipasto per chi è anche affamato di telefilm, video clip musicali, eventi sportivi ed artistici, specialmente in diretta. Proprio la trasmissione di eventi streaming live è stata di recente sperimentata da Mountain View sulla sua piattaforma di video sharing come “beta test” per quello che sarà a breve la Google TV. Da ciò la necessità da una parte di allearsi con i produttori di contenuti, dall’altra quella di realizzare applicazioni che gireranno sul set-top-box “Revue”, prodotto da Logitech per la Google TV.

A Mountain View ovviamente non hanno mancato di pensare all’interazione con la rete Internet, sulla quale hanno basato la loro storia e la loro fortuna: gli utenti di Google TV potranno infatti commentare in diretta sui social network, gli eventi ai quali assistono sulla piattaforma televisiva della “grande G”, con il World Wide Web che diventa un immenso salotto nel quale si vedono tutti insieme film, partite di calcio e concerti (certo, farlo di persona è tutta un’altra storia…). Sempre i social network (vero cruccio di Google, incapace di creare un qualcosa in grado di attrarre gli utenti come invece ha fatto Facebook) diventeranno il luogo dove gli utenti della Google TV potranno condividere i loro palinsesti personali, fatti di film e videoclip, ma anche fotografie, testi e trasmissioni radiofoniche. Tornando per un attimo in casa, invece, i possessori di una Google TV potranno usufruire della tecnologia Fling, che permetterà loro di spostare la visione di un contenuto da un dispositivo all’altro, ad esempio dal PC alla TV e dalla TV del salotto a quella della camera da letto.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta