Google: nuovo impegno nella qualità della ricerca


Google sembra aver ascoltato le varie lamentele sulla qualità della ricerca offerta dal suo motore di ricerca e sembra pronto ad intervenire anche se quello che si sa per ora e’ che Matt Cutts avrebbe parlato di un sistema basato sui feedback delle persone ed altri sistemi basati su algoritmi.

Del resto molte società hanno un valore determinato anche dalla posizione nella ricerca su Google e Cutts dice che lo spam sui siti in lingua inglese è minore di quello che era cinque anni fa. Google quindi sta cercando dei sistemi efficaci per i siti di contenuti ad esempio cercando di evidenziare quelli che copiano all’ingrossi i contenuti da altri siti e lo ripubblicano sotto il loro dominio.

Inoltre vuole creare un’estensione del suo browser Chrome che permette agli utenti di etichettare un sito come spam e poi raccogliere i feedback modificando la posizione dei siti evidenziati nella ricerca. Se ciò non dovesse funzionare Google cercherà di trovare una soluzione algoritmica ai siti web di bassa qualità progettati unicamente nella speranza di un posizionamento più elevato all’interno di Google.

La qualità della ricerca è comunque fra le priorità che affronterà il nuovo Ceo Larry Page e Cutts conclude dicendo che essi sono orgogliosi del loro motore e si sforzano di rendere ogni ricerca perfetta, tuttavia possono e debbono cercare di fare ancora meglio.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta