Google: miglioramenti nella ricerca


Google,  società leader fra i motori di ricerca, ha tenuto in questi giorni un evento speciale a San Francisco, nel quale ha illustrato alcuni miglioramenti che verranno introdotti per rendere la ricerca sempre più veloce e performante.

Già in un evento simile, tenutosi l’anno scorso, Google inaugurò la funzionalità di ricerca immediata, Inside search.

Focus di questo evento è stata invece la ricerca mobile e la trasposizione delle tecnologie e vantaggi già sperimentati nel sistema Android, sulla ricerca desktop.

Ad esempio ci saranno nuove icone sulla pagina di ricerca nel mobile, che permetteranno agli utenti di sfruttare la geolocalizzazione, ossia trovare localmente, in modo più facile ristoranti, negozi o stazioni di servizio.

Cliccando su una di queste icone, gli utenti potranno vedere questi luoghi su una mappa e dopo aver cliccato su un’attività, potranno avere informazioni pertinenti, compreso l’indirizzo ed il numero telefonico.

Google ha aggiunto due nuova funzionalità per  il desktop: una riguardante la ricerca vocale e l’altra riguardante la ricerca delle immagini

La ricerca vocale, già disponibile nelle applicazioni legate al mobile della società, diverrà ora disponibile per la versione browser desktop.

Questa funzionalità sarà presente in Chrome e funzionerà solo per le ricerche in lingua inglese, almeno per ora.

La ricerca sulle immagini avrà delle feature innovative: sarà possibile trascinare un’immagine nella casella di ricerca o usare il copia ed incolladell’immagine e la ricerca fornirà tutti i risultati collegati, comprese immagini simili.

Google metterà in relazione l’immagine con il suo database dove sono presenti miliardi di foto ed è quindi facilmente intuibile la potenzialità di questa applicazione ed anche i rischi connessi, ma i responsabili di Google hanno anche detto che per problemi di privacy, nessuna delle foto caricate sarà resa pubblica ed il servizio non eseguirà il riconoscimento facciale.

La ricerca per immagine inizierà al più presto in 40 paesi.  Tale nuova opzione per ora sarà disponibile solo su Chrome, ma presto ci saranno anche estensioni per Firefox.

Infine Google ha presentato, sempre durante l’evento di San Francisco, Instant Pages, un’applicazione che permetterà di arrivare istantaneamente alla pagina di destinazione; secondo Google ora gli utenti impiegano circa 5 secondi per caricare e visionare una pagina. Con Istant Pages questo tempo di attesa non ci sarà più.

Ad esempio per raggiungere la pagina del Washington Post, normalmente viene caricata dopo 3,2 secondi contro il caricamento quasi immediato con Istant Pages.

Tale funzionalità sarà disponibile solo per gli utenti di Chrome ed al più presto introdotta nella versione beta.

Che ne pensate di queste innovazioni? Grande Google!


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta