Bing risponde alle accuse


Bing risponde a Google

Qualche giorno fa, si parlava delle accuse lanciate da Google nei confronti di Bing per contenuti duplicati. Secondo le notizie rilasciate, il motore di ricerca Microsoft, copiava in contenuti da Google, per riuscire a gestire al meglio la sua popolarità.

Oggi Bing è pronto a rispondere alle accuse lanciate, che ovviamente reputa immotivate. A rispondere a Google ci pensa il vicepresidente di Bing, ovvero Harry Shum. Nelle dichiarazioni il vice presidente ha detto: “Non c’era nessun codice spia. Bing ha lavorato duro negli anni per migliorare la qualità della ricerca e forse la spiegazione è da ricercare nel fatto che semplicemente Bing vuole imparare dai propri utenti”.

Indignato risponde anche il direttore del motore di ricerca secondo al mondo, che si giustifica dicendo: “Bing sfrutta molti indicatori per avere i risultati migliori e Google risulta tra i migliori indicatori del web. Insomma il team di Microsoft Bing è sicuro di non aver violato nessuna legge e l’accusa di plagio, sembra davvero molto pesante.

Il duello tra i due motori di ricerca più famosi del mondo, come si evolverà? Pare che un ingegnere anti-spam di Google, sia in possesso di prove schiaccianti per accusare Bing di plagio. Secondo voi, come andrà a finire questa situazione?


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta