Cut the Rope recensione


cut the ropeOggi vogliamo parlarvi di uno di quei titoli che creano dipendenza. Parliamo di Cut the Rope, scaricabile da AppStore al costo di 79 centesimi per iPhone/iPod Touch e a 1.59€ per iPad.

Il gioco è semplice, esattamente come il concept su cui si basa: è un puzzle game con 175 livelli iniziali divisi in 7 gradi di difficoltà. La formula richiede di far giungere una caramella ad un simpatico esserino verde di nome Omnom, che starà immobile per tutto il tempo, fermo in un punto. E come si fa a fargli arrivare la caramella? Semplice, bisognerà tagliare le funi in cui si attaccherà, spingerla con soffi di vento, fare in modo che non venga mangiata da ragni e così via, in un susseguirsi di livelli che si faranno sempre più difficili. E anche se in tutto questo basta far giungere il dolce a destinazione, sparse per lo schermo di gioco ci sono tre stelle da collezionare se si vuole agguantare il punteggio massimo.

Il level design è, in una parola, geniale: un livello, generalmente, può essere portato a termine in diversi modi, e raramente c’è una sequenza di mosse prestabilita per farlo.

Ottimo anche l’aspetto visivo, fatto di colori vivaci e una fluidità notevole, oltre che dall’eccezionale carisma di Omnom, che si rallegra se riesce a mangiare la caramella, e assume un’espressione triste se invece non riuscite nel vostro intento.

L’unico difetto del gioco è il suo creare dipendenza.
Consigliatissimo, se non si fosse capito, sia per una partita breve in autobus, che per sessioni di gioco più lunghe.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta