Samsung Galaxy Z: Galaxy s2 a prestazioni e prezzo ridotto


Il Samsung Galaxy S2 è uno degli smartphone più pubblicizzati e venduti dell’ultimo periodo, un modello simile è però uscito in Europa sotto il nome di Galaxy Z, i due smartphone sembrano del tutto uguali ma effettivamente il pacchetto perde qualche marcia rispetto al fratello maggiore, andando però a ridurre il prezzo di vendita sul mercato, per questo possiamo definirlo un Samsung Galaxy S2 depotenziato sotto alcuni aspetti.

Andremo ora ad analizzare le principali caratteristiche della scheda tecnica e prevedere quale potrebbe essere la data d’uscita, se mai dovesse esserci, ed il prezzo di vendita in Italia, visto che per il momento è una esclusiva dei paesi scandinavi dove sembra possa riscuotere un discreto successo.

DESIGN ED ANNOTAZIONI ESTETICHE

Non troviamo molto da dire in questo settore visto che abbiamo già detto che il nuovo Samsung Galaxy Z è il gemello del Samsung Galaxy S2, il che può essere un vantaggio per chi ha bisogno di un telefono che non sia molto performante, pur rimanendo un ottimo terminale, ma allo stesso tempo abbia le sembianze curate a livello dei prodotti di punta di ogni marchio.

Spicca per il Galaxy Z un display da 4.2 pollici, molto ampio e funzionale, differenze nelle dimensioni si avvertono nello spessore, passato dagli 8.45 mm del Galaxy S, ai 9.45 mm di questo modello, piccolo appunto anche nel peso che passa da 116 a 135 grammim un salto notevole per modelli sostanzialmente simili, però essendo un prodotto destinato alla fascia media è comprensibile che differenze di questo tipo vengano a galla per utilizzo di materiali diversi e componenti di fattura diversa che compromettono dimensioni e peso a volte notevolmente pur in apparenza poco significativamente.

HARDWARE & SOFTWARE

Molti si lasciano impressionare dalle caratteristiche di un determinato prodotto senza contare le reali proprietà che esso riesce a fornire, non è il caso di questo confronto. Entrambi i telefoni sono validi, la differenza è ovvia poichè se non ci fosse non sarebbe stato lanciato un modello con un nome differente, questo ci permette di tracciare un rapporto qualità prezzo interessante, poichè vedremo come in base alle caratteristiche e le funzioni implementate il costo di uno smartphone lievita a volte di centinaia di euro.

Come abbiamo già preannunciato il display assume le stesse dimensioni, si tratta quindi di un 4.2 pollici, che però passa dalla tecnologia Super AMOLED Plus ad un più classico display Super Clear LCD. La differenza sostanziale tra questi due modelli sta nella fluidità delle immagini ad alta definizione e la vivacità nei colori, il livello base resta comunque discreto e possiamo affermare che nella maggior parte dei casi la differenza è minima, guardando infatti contenuti a scarsa risoluzione non ci accorgeremo quasi minimamente del cambio di livello, passando però a filmati da 720p in poi cominciano ad emergere nette discrepanze di rendimento.

Restando sul fronte immagini cambia anche la fotocamera, che passa dagli 8 megapixel del Galaxy S2 ai 5 megapixel del Galaxy Z, anche qui il salto non è poi così evidente, la differenza la fa una gestione della risoluzione diversa e soprattutto una profondità di dettaglio maggiore, il livello base di qualità resta comunque alto se si considera che tutti i modelli compreso iPhone 4, montano una 5 megapixel.

Cominciano ad emergere i primi dubbi sulla uguaglianza dei prodotti quando si parla del cuore di questi smartphone, il processore implementato nel nuovo modello è un dual core da 1 GHz, mentre il più quotato predecessore monta un dual core 1.2 GHZ. In questo caso siamo di fronte ad un confronto che di cui non è possibile tracciare un giudizio oggettivo e veritiero, poichè anche se in piccola differenza le prestazioni potrebbero cambiare notevolmente, questa teoria viene in parte smontata dal fatto che entrambi sono processori dual core, quindi torniamo a ripetere per l’ennesima volta che non sussitono differenze così marcate da permetterci di parlar male di questo Galaxy Z.

Molti potrebbero chiedersi allora perchè non comprare un Galaxy Z e spendere una cifra notevolmente minore, questo è un quesito a cui ogni utente può rispondere da solo in base alle sue esigenze, a molti più che le prestazioni e la qualità effettiva in base alle proprie necessità quotidiane interessa il nome o la marca, che talvolta è sinonimo di garanzia ma non esclude che quel suddetto modello faccia al caso nostro, per questo uno dei consigli che ci sentiamo vivamente di dare è valutare bene le caratteristiche e la destinazione d’uso del telefono che si acquista, a parità di condizioni, o quasi come in questo caso, risulta sciocco sprecare un centinaio di euro in più per avere qualità leggermente maggiore, pur sapendo di non aver bisogno in effetti di foto perfette o applicazioni complesse.

PREZZO E USCITA IN ITALIA

Rebus a cui non possiamo dare una risposta è l’uscità del Samsung Galaxy Z in Italia, questo modello sembra per il momento essere una esclusiva svedese, visto che molti hanno segnalato la sua presenza nello store online del gestore telefonico 3. Possibile che nelle prossime settimane arrivi in Italia e in tutti gli altri paesi dell’Europa centrale, il prezzo al cambio attuale di valuta è di circa 430 euro, davvero una occasione per chi desidera uno smartphone dual core ad un prezzo pressochè irripetibile al momento. Non ci sono infatti prodotti simili a tale prezzo, esclusi i modelli entrati in commercio diversi mesi fa, che risultano prestazionalmente inferiori o simili a quello oggi riportato.

Il consiglio quindi è quello di tenere d’occhio lo sviluppo di questo interessantissimo Samsung e di mettere mano al portafoglio per portarsi a casa in sostanza un gemello più piccolo del Galaxy S2, che per il momento non intende calare con il prezzo di vendita.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta