Samsung Galaxy S2 LTE: gemello diverso in arrivo, review tecnica


In casa Samsung sono consapevoli di aver sbancato grazie al Galaxy S2, per questo gli sviluppatori della casa asiatica hanno lavorato in questi mesi per offrire un modello rinnovato in breve tempo, in modo che il flusso di vendite continui ad essere oltremodo soddisfacente. Pronto quindi per arrivare sui mercati di tutto il mondo, o quasi, il nuovo Samsung Galaxy S2 LTE naturale evoluzione del modello Samsung Galaxy S2 che porta modifiche sia nel settore hardware sia in quello del design, poco cambia invece nella categoria software rimasta pressochè identica.

In questo articolo andremo ad analizzare la scheda tecnica fornita dal produttore, cercando di dare all’utente una panoramica generale, ma comunque valida, del nuovo smartphone. Questo consente di destinare la giusta attenzione ai dettagli, che talvolta penalizzano i consumatori nella fase d’acquisto poichè il prodotto scelto non corrisponde a ciò di cui si ha bisogno, questo è un bene per l’economia ma altamente dannoso per il nostro bilancio. Senza ulteriori indugi cominciamo la review tecnica.

DESIGN & ANNOTAZIONI TECNICHE

Come successo per modelli usciti in Agosto da parte di Samsung, il Samsung Galaxy S2 LTE ricorda fortemente il più celebre Samsung Galaxy S2, essendo una variante studiata dai progettisti sulla base di quest’ultimo e non un modello di una serie differente. Dovendo rimanere oggettivi nella valutazione continuiamo a riibadire che Samsung Galaxy S2 è uno dei migliori smartphone nella categoria design, di conseguenza lo sarà anche il Samsung Galaxy S2 LTE che ne ricalca la maggior parte delle caratteristiche pur avendo introdotto alcune varianti che lo caratterizzano, conferendogli un plus in alcuni settori.

Variabile fondamentale per questo settore sono le dimensioni, per questo Samsung Galaxy S2 LTE si parla di 68.8 x 129.8 x 9.49 mm, dimensioni maggiori rispetto al modello commercializzato in Italia, questo fattore però non è assolutamente compromettente poichè si tratta di un modello comunque valido sia ergonomicamente che nella maneggevolezza.

Altra novità introdotta è il display da 4.5 pollici Super AMOLED Plus che sostituisce quello del modello madre rendendo ancora più performante e capace lo smartphone, permettendo la visione di contenuti in HD con un display pressochè perfetto, almeno in linea teorica.

Per il resto non ci sono grossi cambiamenti, solito stile Samsung e poca voglia di stravolgere un sistema ormai rodato ed apprezzato dalla maggior parte della critica di settore, che finalmente ha deciso di promuovere a pieni voti questa linea, dopo alcuni tentativi andati a vuoto con altri settori. Aspettiamoci quindi una serie di smartphone sulla falsa riga di quello appena descritto, francamente però non so quanto potrà essere un fattore positivo questo, poichè di modelli con lo stampino ne sono apparsi anche troppo ultimamente.

Voto generale per il settore è un 8.5, scaturito da una media di voti che abbiamo deciso di assegnare a questo Samsung Galaxy S2 LTE, innovativo sotto gli aspetti descritti in precedenza ma comunque ancorato al Samsung Galaxy S2, il che ci porta a dare un voto ottimo ma non eccellente, trattandosi di una evoluzione e non di un modello a se.

HARDWARE & SOFTWARE

Novità interessanti arrivano da questo settore, che giustifica l’ingresso sul mercato del nuovo Samsung Galaxy S2 LTE, potenziato e adattato alle nuove caratteristiche, assenti su Samsung Galaxy S2. Partiamo da un aspetto già anticipato, il display, Samsung in questo caso preferisce puntare la massimo senza compromessi, attualmente la tecnologia Super AMOLED Plus è una delle prime 3 sul mercato in materia di qualità display. Il 4.5 pollici implementato possiede la tecnologia WVGA, capace di dare nitidezza e brillantezza all’immagine, sfruttando i componenti che compongono il sistema di questo modello.

Seconda novità per questo Samsung Galaxy S2 LTE è il nuovo processore da 1.5 GHz, o meglio la CPU rimane la stessa ma il clock è stato portato a 1.5 GHz, consentendo una gestione differente delle prestazioni e anche della batteria, in questo caso da 1850 mAh. Il risultato sarà certamente un prodotto dalle prestazioni incredibili, che gode anche in questo caso della nuova generazione di processori dual core, differenza importante rispetto ad altri fac-simile di Samsung Galaxy S2, che invece hanno in dotazione un single core. Questo aspetto però non deve ingannarci poichè su molti forum o in giro per i blog, gli utenti italiani si sono rammaricati dell’uscita di questo nuovo modello, avente caratteristiche sulla carta migliori e con vantaggi in tanti settori, l’effettivo valore della CPU però è pressochè lo stesso poichè Galaxy S2 non utilizza nel 70% dei casi tutto il potenziale a disposizione, quindi è sbagliato pensare che ci sia stata una truffa nei confronti dei possessori di Galaxy S2, invece risulta giusto parlare di una mezza truffa, sempre parlando di CPU, nei confronti di chi ha già acquistato questo telefono proprio perchè lo smartphone non ha mai bisogno di clock così elevati.

Ultima novità che tagga il modello in questione è la LTE, connessione di ultima generazione non disponibile in Italia ma che potrebbe tornare utile a chi viaggia ed ha bisogno di connessioni ad alto livello di performance. Da segnalare anche l’integrazione dell’NFC, variabile che anche in questo caso non è prettamente necessaria nella gestione base, ma che sicuramente è un plus che qualcuno potrebbe apprezzare.

Voto generale 9, derivato dal livello ottimo di prestazioni e l’ampio margine di crescita che questa serie possiede grazie all’arrivo di nuovi aggiornamenti ed applicazioni che finalmente renderanno giustizia al motore di questo Samsung Galaxy S2 LTE.

PREZZO & USCITA

Il modello è già disponibile in diversi paesi, l’Italia resta fuori dal gruppo di nazioni in cui verrà introdotto poichè la connettività LTE non rientra nei canoni del nostro paese, quindi gli operatori telefonici non sarebbero propensi a sponsorizzare uno smartphone con tale tecnologia, da escludere la vendita indipendente, ossia priva di sponsor poichè uno smartphone evoluzione del precedente modello farebbe fatica ad imporsi a prezzi elevati. Su questo punto è inutile dare cifre poichè non avremo il piacere di sceglierlo sui nostri scaffali, almeno per i primi mesi di commercializzazione.

 


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta