Samsung: Galaxy S Plus, prezzo e review tecnica


Samsung non intende fermare il flusso di vendite derivate dalla sezione mobile, per questo arriva in Europa il nuovissimo Samsung Galaxy S Plus, smartphone che appartiene alla stessa categoria dell’ormai stravenduto Galaxy S2, del quale ovviamente ricalca sia il design che le caratteristiche tecniche. In questa review tecnica analizzeremo gli aspetti fondamentali e cercheremo di dare un bilancio del rapporto qualità-prezzo, fattore tanto caro in questo periodo di crisi economica.

DESIGN & ANNOTAZIONI TECNICHE

Le novità maggiori di questa versione riguardano l’aspetto hardware e software, per questo i9001 il design è praticamente identico al Samsung Galaxy S2, di cui è una naturale evoluzione arrivata a mesi di distanza dalla prima uscita del prodotto. Solita classe per quanto riguarda le linee che lo compongono e puro stile nella scelta dei dettagli, questa è la nuova ricetta di Samung, che per il nuovo Samsung Galaxy S Plus si basa su una configurazione già rodata ma che riscuote ancora un grandissimo appeal sulla fetta di utenti che ancora non ha acquistato uno dei modelli di fascia top del produttore sudcoreano.

Anche i materiali restano invariati, ottima la zigrinatura della cover posteriore che abbiamo già visto su altri modelli ma che riesce sempre a fare un ottima impressione sia in materia di stile che in termini di funzionalità, pèoichè il grip delle dita sulla cover posteriore è uno dei migliori visti fino adesso per questo 2011. Molti scelgono una soluzione alternativa per migliorare ergonomia e livello di maneggevolezza, ossia propongono scocche posteriori con materiali gommosi che in molti casi portano problemi di usura con perdita di materiale, oppure risultano inadatti ad un utilizzo prolungato per via di surriscaldamento del terminale e conseguente sudorazione delle dita, fenomeni che grazie ad una cover zigrinata scompaiono quasi del tutto, a meno di un utilizzo improprio dello smartphone.

In definitiva possiamo confermare che la classe non è acqua, dopo un periodo fatto di luci e ombre Samsung è riuscita con l’avvento degli smartphone, ha rimettersi in carreggiata e proporre un prodotto valido sia tecnicamente che fisicamente, con progetti all’avanguardia che uniscono funzionalità e stile, ponendo gli smartphone Samsung Galaxy nell’elite del mercato.

HARDWARE & SOFTWARE

Passiamo al settore più importante per questo Samsung Galaxy S Plus, quello riguardante i componenti e le applicazioni presenti. Samsung per giustificare l’uscita di uno smartphone all’apparenza uguale al Galaxy S2, ha portato delle novità riguardanti la componentistica, in particolare il nuovo processore Core da 1.4 GHz, che riesce a dare una spinta maggiore e una ottimizzazione delle prestazioni notevole, tanto da farlo spiccare tra le novità del trimestre ed essere facilmente incoronato miglior prodotto di Agosto nella sua categoria.

Il resto dei componenti è stato pressochè lasciato intatto, se non per l’ottimizzazione del sistema, ritroviamo infatti un display da 4 pollici SuperAMOLED, già perfetto nella prima edizione di questo modello e giustamente riproposto come il top che il produttore possa offrire. Non manca la memoria RAM da 640 MB altra mezza novità che però non compromette in modo eclatante l’economia del prodotto, infine abbiamo la fotocamera da 5 megapixel che fornisce un ottima qualità sia in foto che video, e permette la registrazione di contenuti in HD. Ultimo dato è la memoria interna che viene confermata da 8 GB, anche se risulta espandibile tramite scheda microSD non fornita nella confezione di vendita standard.

Nel complesso possiamo definire questo Samsung Galaxy S Plus una versione alternativa del Galaxy S2, niente di più e niente di meno. Sono stati fatti degli update tecnici che probabilmente rendono più fluido e performante il sistema ma nella qualità generale tutto rimane sostanzialmente invariato per un occhio meno esperto. Quindi il voto per questa categoria è 9 come nel caso del precedente modello analizzato, il nuovo sistema operativo Android 2.3.3 fa la differenza rispetto ad altri produttori attualmente in difficoltà sotto questo aspetto, quindi possiamo definire la serie Galaxy una delle poche a poter competere con RIM ed Apple senza ombra di dubbio, per gli altri produttori solo sporadici modelli di punta si avvicinano alla qualità di quelli elencati in precedenza, ma ultimamente le sensazioni sono buone e si spera che possa accendersi una dura lotta per il primato in modo che tutte le case produttrici diano il meglio.

PREZZO & USCITA

Il Samsung Galaxy S Plus è già distribuito in diversi paesi del vecchio continente, il prezzo proposto per questo gioiello è di 499 euro, che sostanzialmente si avvicina a quello di Samsung Galaxy S2 continuando a rimarcare il parallelismo tra i due modelli. Richiesta modesta da parte di Samsung per un modello che offre un ottimo pacchetto base, facilmente arricchito tramite lo store da cui prendere varie applicazioni che completano le funzionalità a noi necessarie nella vita di tutti i giorni, sia per il lato multimediale che per il settore business.

Da questo Samsung Galaxy S Plus non ci saremmo aspettati niente di più, oltre a quello già analizzato in questa breve review tecnica, da tempo si parlava della possibile presenza sul mercato di un modello riadattato, e in effetti lo abbiamo ritrovato adesso con buoni risultati, stara ora al pubblico scegliere se premiare questa scelta di Samsung oppure bocciarla sperando che non venga riproposta ancora in futuro.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta