RIM BlackBerry Bold 9900: recensione e prezzo ufficiale


RIM torna sul mercato con la nuova serie Bold, annunciata pochi giorni fa e già sui nostri scaffali, nell’articolo di oggi ci soffermeremo sul BlackBerry Bold 9900, smartphone naturale evoluzione del Bold 9780 che ha fatto strage di vendite insieme al Curve 9300 3G, creando una schiera di fan davvero impressionante in giro per il mondo, paragonabile a quella imposta da Apple con il suo iPhone 4.

Dopo una breve introduzione redatta qualche giorno fa, oggi siamo in grado di entrare nel dettaglio e dare un giudizio completo a questo BlackBerry Bold 9900, finito sul banco di prova di molti esperti ed analizzato nel dettaglio per saggiare l’essenza della nuova linea touchscreen proposta dal produttore canadese per questa serie che, come ben saprete, non prevedeva fino ad oggi l’uso del display touch.

In questo articolo andremo a completare la prima impressione data nell’anteprima del BlackBerry Bold 9900 marcando gli aspetti fondamentali utili agli utenti nelle azioni quotidiane e nella scelta generale del nuovo modello di smartphone a cui affidarsi. Senza ulteriori indugi cominciamo la nostra recensione al BlackBerry Bold 9900.

DESIGN & ANNOTAZIONI TECNICHE

Molto di questo aspetto è stato detto nella anteprima, limitiamoci quindi ad affrontare argomenti che possano completare il quadro per questo settore, fornendo una visione completa all’utente che non ha la possibilità di toccare con mano il prodotto prima dell’acquisto. Partiamo dalle dimensioni, questo BlackBerry Bold 9900 possiede misure abbastanza importanti che però nel complesso non vanno ad intaccare praticità ed ergonomia anzi se possibile donano un senso di concretezza che un terminale ultrasottile o molto leggero non riescono a dare. Per BlackBerry Bold 9900 parliamo di 115 x 66 x 10.5 mm racchiusi in un peso di 130 grammi apparsi decisamente nella norma, confrontando questo ad altri smartphone dello stesso peso.

Il display implementato è un 2.8 pollici in risoluzione da 640 x 480 pixel a 16 milioni di colori, di cui però parleremo nello specifico tecnico più avanti. Per il resto delle caratteristiche omesse nell’anteprima non c’è tanto altro da dire, possiamo confermare gli ottimi materiali, le ottime finiture ed uno stile invariato ma sempre inimitabile per i competitor di RIM, capace di creare una nuova concezione di business phone, forgiato sin dal principio per far fronte ai bisogni dell’utente.

Voto generale del settore 9, il nuovo Bold è il più sottile mai visto, il resto delle caratteristiche viene da un lungo e graduale aggiornamento da parte del produttore che non ha mai smesso di portare piccole novità, anche in settori come la tastiera, ottima in passato e possibilmente ancora migliorata pur avendo raggiunto uno status di grazia in Bold 9780.

HARDWARE & SOFTWARE

Novità attesa da tutti per il settore software è il nuovo sistema operativo BlacKBerry OS 7, che migliora sensibilmente il settore multimediale rispetto alle precedenti edizioni della stessa serie, questo a dimostrazione del fatto che RIM non è più il classico smartphone dedicato solo al lavoro, ma sta cercando una linea di compromesso tra tempo libero e lavorativo. Il rischio di questo settore è di perdere la parte di pubblico che si affida a RIM sperando di trovare uno smartphone perfetto nella categoria business. In questo RIM è stato possibile concedere più spazio al lato multimediale, che però non è andato ad intaccare la qualità e l’efficienza del lato professionale. Bisognerà vedere la risposta del mercato a questa apertura verso la multimedialità, il primo passo è stato tangibile con fotocamera da 5 megapixel, display touchscreen e video in alta definizione, il futuro risulta una incognita poichè non è quantificabile il margine di crescita della casa canadese in questo settore.

Appunto sul display di questo BlackBerry Bold 9900 è dovuto a dei colori non proprio brillantissimi, forse per una scelta di RIM, ancora legato allo standard del passato. Comunque la qualità generale è decisamente migliorata pur avendo un netto gap rispetto a modelli come iPhone o Galaxy S2, must di settore riguardo le nuove tecnologie per i display.

Per il resto audio e video discreti, gestione dei contenuti separata grazie a dei software in dotazione decisamente utili per chi non intende mischare il lavoro con il resto delle attività della giornata. La speranza è di vedere ancora passi in avanti di questa portata, anche se non c’è stato un grosso plus rispetto alle previsioni, forse il  fattore che ha deluso di più è stato proprio il nuovo sistema operativo BlackBerry OS7, da cui ci saremmo aspettati qualcosa in più ma che in effetti non cambia poi così tanto l’economia di gestione del prodotto.

Voto generale del settore è diviso in 2, il primo è 9 dato a BlackBerry Bold 9900 per la sua efficienza e la grande partenza nel settore touchscreen, perfetto sia nella reattività durante i touch su applicazioni e menù, così come nella navigazione web discretamente  veloce e reattiva, sempre parlando di reattività al touch. Seconda corrente del voto è un 6.5 di stima, derivato da update che fissano piccoli bug persistenti nella versione 9780 ma che effettivamente propongono la solita minestra. In via generale diamo un 8 come linea di giudizio generale per il settore sperando che il futuro sia ancora più brillante.

PREZZO & USCITA

BlackBerry Bold 9900 è già disponibile per l’acquisto, il prezzo ufficiale è di 599 euro che per rapporto qualità prezzo non possono essere giustificati per quanto valido sia questo nuovissimo Bold. Gli amanti del binomio BlackBerry touchscreen potrebbero affrontare il sacrificio, soprattutto in versione abbonamento con gestore telefonico, questo permette di gestire al meglio la spesa con un affiancato utilizzo pratico e completo delle potenzialità. RIM BlackBerry Bold 9900 è assolutamente consigliato per l’acquisto, un prodotto valido sotto molti aspetti, perfetto per il lavoro e anche per il tempo libero, pur perdendo qualche punto nei confronti di altri modelli top, che non hanno ovviamente la classe e l’esperienza di questo prodotto nel settore business.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta