Motorola Xoom: tablet Italia, prezzo, scheda tecnica


Dovremo aspettare ancora un poco prima di poter provare il nuovo Motorola Xoom, tablet della casa americana, che si propone come l’avversario del gioiello di casa Apple, ovviamente parliamo dell’Ipad 2.

Questo terminale fino a questo momento sembra non abbia ricevuto un grande responso di vendite, gli utenti sembrano assolutamente stregati dal terminale della casa di Cupertino che anche per questa seconda edizione si dimostra leader assoluto del mercato.

Non potendolo provare personalmente andremo ad analizzare la scheda tecnica, in attesa di testarlo per un periodo di tempo ragionevole e valutare le differenze nei confronti dell’Ipad 2, già uscito in Italia.

ASPETTO ESTERIORE, DIMENSIONI E PESO

Questo a discapito delle malelingue, non è assolutamente un terminale di serie b, ma dimensioni e forme poco innovative sono il primo punto perso nei confronti di Ipad, all’avanguardia in questo settore da sempre.

Per le dimensioni ufficiali, come riportato nella scheda tecnica rilasciata dal produttore, il nuovo Motorola Xoom si presenta con:

  • Altezza 249.1 mm
  • Larghezza 167.8 mm
  • Spessore 12.9 mm

tralasciando lo spessore che perde 4.1 mm nel confronto con Ipad 2, il resto è all’incirca simile, poichè per questi tablet non si possono stabilire dimensioni ideali, quindi l’unico appunto da fare rimane ovviamente lo spessore, molto superiore rispetto agli 8.8 mm del modello Apple.

Il display è uno dei punti forti di questo terminale, il nuovo Motorola Xoom monta un 10.1 pollici WXGA, in risoluzione schermo  a 1280x 800 pixels, che consente la visione di video in HD a 720p senza rallentamenti visibili, dalle ultime recensioni viste nei modelli made in USA.

REPARTO MULTIMEDIALE

Ottimo il reparto multimediale su questo terminale, non manca sicuramente molto rispetto ad Ipad 2 ma la differenza si nota, una delle differenze è la fotocamera che gira video a 720p in alta definizione, ma apparsa poco performante dalle recensioni americane del prodotto, contrariamente all’Ipad 2 che pur rimanendo nel range di fotocamere da tablet, quindi non con una resa perfetta come i modelli implementati su smartphone o addirittura su fotocamere digitali, consente di girare video e scattare foto di qualità superiore.

Punto a favore di questo tablet sicuramente per questo reparto è l’ottima organizzazione dei menù e la gestione delle schermate web, apparse intuitive ed accattivanti nell’aspetto, questa è una qualità non da poco per chi decidesse di acquistare un terminale da utilizzare per lavoro, infatti questo si presenta come un terminale altamente competitivo per il settore business, però torna il dubbio sulle dimensioni leggermente esagerate, problema comune di questi tablet, ma questa è un giudizio soggettivo.

Le caratteristiche principali di questo nuovo Motorola Xoom, come riportato nella scheda tecnica fornita dal produttore sono:

  • Batteria 24 W-hr
  • Display 10.1 pollici WXGA (1280x 800 pixels; 150 pixels / inch), HD 720p
  • Tipo di Antenna Interna
  • Materiali e finiture Alluminio anodizzato
  • Memoria disponibile 32 GB
  • Processore 1GHz Dual Core
  • Accelerometro
  • Sensori disponibili: Proximity, ambient light, barometer, gyroscope

Tra le funzioni input/output disponibili troviamo:

  • Schermo light-responsive
  • Microfono incorporato
  • Pinch to zoom
  • Touch screen
  • Tastiera virtuale
  • Comando vocale
  • Calcolatrice
  • Calendario
  • Pacchetto dedicato QuickOffice
  • Alarm clock

Tra i servizi disponibili invece troviamo:

  • GPS eCompass, aGPS (assistito) con Google Maps, Google Latitude e Google Maps Street View, barometro
  • Accesso web
  • Giochi
  • Compatibilità con ADOBE FLASH PLAYER
  • ANDROID MARKET
  • GMAIL
  • GOOGLE TALK con Video Chat
  • GOOGLE EBOOKS
  • Applicazione dedicata YOUTUBE

Il tutto gestito dal sistema operativo Android Honeycomb 3.0, che sembra sia stato riadattato alla versione tablet ma ancora non performante come tutti gli esigenti fan di Motorola si aspettano dalla casa americana.

BATTERIA

Discorso a parte lo merita la batteria che secondo i dati ufficiali rilasciati nella scheda tecnica fornita dal produttore dovrebbe avere queste prestazioni:

  • Autonomia in modalità 3G 9 ore
  • Autonomia in modalità Wi-Fi 10 ore
  • Autonomia in modalità Mp3 oltre 3 giorni
  • Autonomia in standby 14 giorni
  • Autonomia in modalità video playback 10 ore

Sicuramente si presenta molto bene questo terminale e questo gioca a suo favore, l’autonomia a pieno regime di utilizzo dovrebbe essere di almeno 7 ore e mezzo, se invece l’utilizzo è discontinuo durante la giornata può arrivare anche oltre le 10 ore.

Paragonandolo sotto questo aspetto ad Ipad 2, risulta assolutamente competitivo o addirittura superiore in alcuni frangenti, garantendo una autonomia abbondante sia nell’ottica di una giornata lavorativa, sia per chi si sposta semplicemente per lunghi periodi di tempo, come in occasione di viaggi.

CONFEZIONE

Reparto non troppo importante per la categoria dei tablet, sicuramente gli accessori indispensabili come il carica batterie da viaggio e il cavo usb con l’ingresso mini sono presenti, ma anche l’auricolare da viaggio, e soprattutto le cuffiette con jack standard da 3,5 mm, clamorosamente assenti.

Dotazione a mio avviso sufficiente ma che rimane scarsa, non essendo però inferiore ai competitor non possiamo che darla per buona.

PREZZO

Tasto dolente per questo tablet è sicuramente il prezzo, i 699 euro richiesti al lancio che avverrà il mese prossimo in via ufficiale tramite lo store di Vodafone sono decisamente troppi, torniamo a fare come nel caso di Ipad 2 una riflessione che molti non fanno ovvero, perchè comprare un tablet da 699 euro invece di portarsi a casa allo stesso prezzo un portatile dalle dimensioni ridotte e sicuramente più performante sotto molti punti di vista.

Il mercato dei tablet ha preso il sopravvento un poco per esigenze lavorative, ma anche per moda, poichè a molti non interessa acquistare un terminale di questo tipo per reale bisogno ma per soddisfare un momentaneo sfizio, quindi prima di affrontare un acquisto importante economicamente, meglio valutare su quale tipologia di terminale puntare, talvolta riflettendo molti maturano la consapevolezza che questi terminali non sono poi necessari, o poco comodi, rispetto ad un portatile di medio valore, per non parlare di quelli appartenenti alla fascia alta.

CONCLUSIONI

Tablet che sarà sicuramente il rivale più competitivo di Apple, le premesse non sono esaltanti ma per chi desidera discostarsi dal mondo Apple per vari motivi, sappia che questo è un terminale che è in grado di soddisare i bisogni dell’utente in mobilità, dalla navigazione web, ai programmi di lavoro contenuti nel pacchetto Office, per finire ai giochi, altamente performati su questo terminale, consentendo un esperienza di gioco davvero convolgente.

Giudizio finale complessivo sicuramente più che sufficiente, per la prova definitiva dobbiamo aspettare il lancio ufficiale.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta