HTC Wildfire S: prezzo, uscita, scheda tecnica


HTC è pronta a lanciare un altro terminale sotto la linea S, il modello che andremo ad esaminare è l’HTC Wildfire S, telefono dall’ottimo pacchetto in tutti gli aspetti, che lo va a collocare tra i cellulari di fascia medio-alta sul mercato, rispetto ai quali si differenzia per alcune caratteristiche sopra la media che lo fanno spiccare nel giudizio complessivo.

COMPARTO ESTERIORE

Non sono molti i terminali che curano il design senza perdere in ergonomia e praticità di utilizzo, uno di questi è sicuramente il nuovo Wildfire S.

Non avendo avuto occasione di provarlo ancora in anteprima, possiamo giudicare il design solo dalle foto che presentano un terminale dalle forme curate, votato principalmente al minimalismo, tralasciando alcuni fronzoli che su un terminale dalle dimensioni ridotte come questo avrebbero stonato.

Le dimensioni sono ridotte per un terminale che adempie a tutte le sue funzioni con un  ampio display da 3,2 pollici che occupa quasi completamente la parte frontale.

Le dimensioni ufficiali per questo Wildfire S, come da scheda tecnica rilasciata dal produttore sono:

  • Altezza 101,3 mm
  • Larghezza 59,4 mm
  • Spessore 12,4 mm

il tutto racchiuso in un peso di 105 grammi circa, davvero pochissimi rispetto ai 118 grammi di media dei terminali immessi sul mercato dai competitor, i tecnici HTC dimostrano di essere volti nella maggior parte dei casi alla riduzione di peso e dimensioni, che però viene effettivamente tralasciata da molte case produttrici concorrenti nell’ultimo perido a scapito di altri settori.

Per quanto riguarda i tasti fisici, questo Wildfire S non presenta nessun tasto sulla parte frontale, ma presenta però 4 tasti con tecnologia a sfioramento per le azioni più frequenti rimanendo in linea con gli altri modelli della stessa casa.

Per quanto riguarda il display, punto mediocre, per questo terminale, è montato un 3,2 pollici full touchscreen capacitivo, in risoluzione da 320 x 480 pixel a 260 mila di colori.

A sorpresa i colori disponibili per la cover di questo Wildfire S sono 4, finalmente torniamo a vedere terminali con più colori, infatti al fianco del solito nero e grigio argento, troviamo anche la versione lilla e bianco perla, molto accattivanti, che risaltano lo schermo e le forme.

COMPARTO HARDWARE E SOFTWARE

Comparto discreto valutando la scheda tecnica fornita dal produttore per questo HTC Wildfire S, i componenti fisici sono di tutti rispetto, mentre per il reparto software dovremo aspettare di provarlo per dare un giudizio completo, senza lasciarci ora sopraffare dai pregiudizi che si possono avere sul sistema operativo o su altri particolari che nella prima edizione di questo modello hanno fatto storcere un poco il naso agli utenti.

Le caratteristiche hardware e software per questo terminale, come da scheda tecnica rilasciata dal produttore sono:

  • Sistema operativo Android versione 2.3
  • Processore da 600 MHz
  • Memoria interna disponibile 512 MB
  • Possibilità di espansione memoria tramite Micro SD
  • Batteria agli Ioni di Litio 1230 mAh
  • Autonomia massima in conversazione 510 minuti
  • Autonomia massima in standby 450 ore
  • Ingresso Micro Usb
  • Fotocamera da 5 megapixel con autofocus e Flash Led
  • Fotocamera secondaria frontale non disponibile
  • Flash player versione 10.1

Le caratteristiche principali del display sono:

  • Schermo capacitivo TFT
  • Risoluzione da 320 x 480 pixels
  • 260 mila colori

Punto a favore il processore che promette bene, per il resto un reparto standard dal sistema operativo aggiornato ad Android versione 2.3, scarsa invece la memoria interna, espandibile però tramite scheda Micro USB.

Altro punto cruciale per questo terminale è la fotocamera, che per questo Wildfire S è una 5 megapixel con autofocus e flash led, per quanto riguarda la risoluzione massima in foto abbiamo un 2592 x 1944 pixel.

CONNETTIVITÀ

Altro reparto al passo coi tempi quello delle connessioni che rispecchia quello che in questo periodo è presente sul mercato, presenti tutti i tipi di connessione attualmente disponibili per la navigazione web ed ovviamente anche la connessione in Wi-Fi.

Le connessioni disponibili come riportato nella scheda tecnica del produttore sono:

  • Reti disponibili Umt, Gsm Quadri Band (850/900/1800/1900)
  • GPRS
  • EDGE
  • UMTS
  • HSDPA da 7,2 Mbps
  • HSUPA
  • Bluetooth 3.0 con FTP/OPP, A2DP e PBAP
  • Wi-Fi (802.11b/g/n)
  • Micro Usb versione 2.0
  • Email
  • Instant messaging
  • SMS & MMS
  • Browser Html, Wap, xHtml
  • A-GPS
  • GPS

COMPARTO MULTIMEDIALE

Da una casa produttrice come HTC per questo terminale ci si poteva aspettare qualche sforzo in più, benchè sia un reparto di tutto rispetto in alcuni casi superiore ad altri modelli sia per la fotocamera che per i formati file supportati, il confronto con altri terminali della stessa casa taiwanese evidenzia qualche pecca, essendo però un terminale destinato alla fascia media, rimane comunque abbastanza competitivo.

I file supportati per questo modello, come riportato dal produttore sono:

  • 3GP, AAC, AAC+, MIDI, MP3, MP4, WAV

CONFEZIONE

Su questo terminale non dovrebbero esserci particolari sorprese, oltre al telefono dovremmo trovare, auricolari stereo con jack stadard da 3,5 mm, caricabatterie da viaggio con ingresso usb ed una scheda di memoria da 2 GB.

Difficilmente troveremo altro, unico dubbio rimasto è la capienza della scheda di memoria inserita nel pacchetto, che difficilmente sarà da 8 GB per la versione italiana del prodotto.

PREZZO

Questo dovrebbe essere in assoluto il punto di forza di questo terminale, se dovesse essere lanciato sul mercato ad una cifra intorno ai 300 euro, diventerà sicuramente uno dei telefoni più venduti della fascia media del mercato, poichè rispetto al Wildfire prima edizione, sono state portate diverse migliorie che potrebbero dare ottime impressioni all’utente che desidera tanto dal suo terminale ma che non ha bisogno di prestazioni elevatissime.

Se invece venisse lanciato ad un prezzo superiore ai 350 euro, la risposta dal mercato a mio modo di vedere potrebbe rivelarsi poco profittevole per HTC, che ha dei concorrenti sul mercato molto competitivi a cifre superiori a quelle precedentemente ipotizzate, soprattutto da parte di Nokia ed in parte anche Samsung, vere rivali e padrone della fascia media del mercato con smartphone dal pacchetto che si avvicina abbastanza ai valori tecnici dei modelli di gamma top, a prezzi a volte leggermente più alti del dovuto ma sicuramente che rispecchiano la qualità del prodotto.

Per questo la variabile fondamentale per affrontare l’acquisto di questo terminale è il prezzo, in alternativa come sempre si può optare per l’acquisto tramite tariffa con gestore telefonico, conveniente se affiliato a qualche promozione.

Per quanto riguarda i tempi di uscita, il Wildfire S dovrebbe presentarsi nelle prossime settimane sul mercato.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta