HTC Status: Facebook smartphone, ennesimo modello per social network


HTC Status è stato definito il nuovo Facebook phone, definizione comune a diversi esemplari usciti sul mercato in questo semestre, alcune particolarità come il tasto dedicato al noto social network o la curvatura nel design lo avvicinano e giustificano l’utilizzo di questo nome rispetto ad altri terminali con tastiera qwerty. Il risultato complessivo per questo smartphone che potrebbe restare una esclusiva off-limits per l’Italia è di tutto rispetto pur non raggiungendo traguardi esaltanti nelle prestazioni, compensate in parte da uno stile moderno e molto funzionale.

In questo articolo andremo ad analizzare le caratteristiche principali dove scopriremo attraverso la scheda tecnica se qualcosa di diverso in effetti c’è per questo smartphone, oppure è l’ennesimo modello che viene proposto nella fascia media sotto l’appellativo Facebook phone, senza poi in effetti avere un reale plus nelle applicazioni e l’integrazione del social network.

DESIGN & ANNOTAZIONI TECNICHE

detto anche facebook phoneCome in parte anticipato sono 3 le caratteristiche fondamentali di questo smartphone per questa categoria, la prima è il display, siamo in presenza di un 2.6 pollici che non implementa il touchscreen e possiede una risoluzione da 480 x 320 pixel, scelta insolita questa per l’adattamento dello schermo poichè, a detta dei reviewer americani che hanno già avuto modo di provare il terminale, questa scelta penalizza la vista e la corretta lettura dei messaggi scritti o visualizzati. Mancanza che se risultasse confermata per la versione italiana del prodotto sarebbe davvero un brutto colpo visto che il nuovo HTC Status è stato progettato proprio per la visione di messaggi e testi di vario genere.

Seconda caratteristica fondamentale è la tastiera full qwerty posta sotto il display, quest’ultima risulta essere di ottima fattura, i tasti sono ben distanziati sia dalla cover frontale dello smartphone, che tra di loro, altro dettaglio da non trascurare e che sembra tutti i produttori stiano curando con maggiore attenzione. Il tutto viene esaltato da un design particolarmente funzionale, infatti nella vista laterale è possibile apprezzare la curvatura data alla parte inferiore, questa consente di tenere saldamente lo smartphone durante la digitazione prolungata e permette di sfruttare al meglio la classica impugnatura a due mani che permette di scrivere con entrambi i pollici comodamente.

Ultima nota da segnalare è ovviamente il design ed i materiali utilizzati, in questo HTC Status non sono implementati materiali di fattura egreggia ma tutto sommato risultano standard come la maggior parte dei prodotti, parliamo di una cover completamente plastificata, con la scocca per la batteria in metallo. Le dimensioni sono uno dei punti a favore visto che rientrano nel range dei più sottili per questa categoria, lo stesso vale per il peso, quindi in definitiva un plauso agli ingegneri è dovuto visto il lavoro svolto. Voto per questo settore 8.5, scaturito da l’ottimo design inarcato e per lo stile utilizzato, parso fresco e al passo con i tempi.

HARDWARE & SOFTWARE

confronto tra due smartphone similiArriviamo al momento atteso durante le review tecniche di questi smartphone di fascia media, ossia l’analisi delle prestazioni teoriche che vengono proposte dai vari produttori; HTC Status è un prodotto che non si espone classificandosi come il top del mercato ma concorre a diventare uno dei terminali più utilizzati per il business e di modo particolare per la messaggistica.

Risulta poco lo spazio dedicato al lato business, ottima invece la parte dedicata a Facebook, come prevedibile, anche se questo non significa che troveremo in questo smartphone applicazioni fuori dal comune che ci permettano di utilizzare funzioni non implementabile su altri smartphone. Semplicemente HTC Status è un prodotto dedicato a Facebook, esso garantisce una gestione dei contenuti ottimale ed una sincronizzazione discreta, nulla di più e nulla in meno, per il resto questo smartphone ha ben poco da mostrare con orgoglio, andiamo a scoprire perchè.

Partiamo da alcuni dati tecnici, il processore è un 800 MHz, discreto ma non eccezionale, la memoria RAM da 512 MB mette il livello prestazionale ad una soglia discreta ma non eccellente anche se un limite superiore sarebbe stato sprecato per la destinazione d’uso del telefono. Memoria interna da 512 MB con la possibilità ovviamente di espansione tramite Micro SD. Per il resto poco o nulla da segnalare in materia di novità o differenze sostanziali con altri prodotti della stessa categoria.

La fotocamera è una 5 megapixel, con possibilità di girare video a 720p, non male visto che la media è più vicina ai 3 megapixel anche se un piccolo sforzo avrebbe fatto la differenza anche solo in termini di qualità.

Batteria nella media con 6.5 ore di autonomia in chiamata e 26 giorni di autonomia in stand-by, la filosofia anche qui risulta rispettata e il giudizio ricalca quello degli altri componenti analizzati.

Voto compelssivo per il settore è 6.5, nulla di esaltante per la componentistica, prestazioni nella media, bassa velocità di trasferimento dati ma allo stesso tempo ottima integrazione di Facebook, che risulta essere la qualità principale e lo scopo per cui dovrebbe essere acquistato questo modello.

PREZZO & USCITA IN ITALIA

vista frontale dello smartphoneSiamo guinti alla fine di questa prima analisi del nuovo HTC Status, passiamo quindi al tasto dolente per ogni smartphone, ossia il prezzo. L’offerta americana al momento è di 49 dollari in abbonamento per portarsi a casa questo modello, questa non è propriamente una indicazione valida ma tenendo conto di diversi fattori il prezzo di un eventuale lancio in Italia non dovrebbe superare i 300 euro, per rispettare il rapporto qualità prezzo e restare allo stesso tempo competitivo nella lotta al ribasso.

L’uscita nel nostro paese è sconosciuta, visti i numerosi HTC in fase di lancio o già lanciati è probabile che questo HTC Status rimanga una esclusiva americana, se dovesse arrivare in Europa potrebbe comunque far bene, a patto che vengano rispettati i limiti di prezzo sopra citati.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta