iPhone 5 sotto attacco, Samsung salva il Galaxy Tab 10.1


Samsung Galaxy Tab 10.1, il tablet cui Apple ha cercato di bloccarne la vendita negli Stati Uniti in seguito al processo contro il colosso coreano che le ha già fruttato 1.05 miliardi dollari, è salvo. Il giudice distrettuale californiano di San Jose, Lucy Koh, ha deciso di sospendere il ban del dispositivo, che potrà dunque restare regolarmente sugli scaffali dei negozi statunitensi. E ora Samsung prova il colpo grosso: fermare iPhone 5.

Ma andando con ordine, quella del Samsung Galaxy Tab 10.1 è una storia che va avanti ormai da qualche mese. Nel mese di giugno, il giudice Lucy Koh aveva concesso un’ingiunzione preliminare in base alla probabilità che il tablet Samsung infrangesse dei brevetti di progettazione utilizzati da Apple per i suoi iPad. Sebbene la giuria ritenesse che il dispositivo violasse appunto delle proprietà intellettuali della mela morsicata, il citato brevetto di progettazione non faceva parte di questi, e dunque l’azienda coreana ha immediatamente richiesto la sospensione della decisione. Come è poi effettivamente avvenuto. Il Galaxy Tab 10.1 è salvo. Ma solo per il momento, visto che la Corte esaminerà nuovamente il caso in una ulteriore ingiunzione permanente in cui sono coinvolti anche otto smartphone Android. La decisione è attesa a dicembre.

Samsung vuole però passare al contrattacco, cercando di fermare il pezzo grosso del rivale: iPhone 5. Il nuovo smartphone Apple violerebbe due brevetti e sei feature patent di proprietà del colosso coreano. La guerra dei brevetti, come era lecito attendersi, è ben lontana dalla conclusione.


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta