Arrestato un manager di Apple per delle tangenti


Vi ricordate quei prototipi circolanti dell’iPhone 4 e degli ancora non usciti MacBook nelle mani di alcuni vietnamiti? La Apple ha scoperto chi è il colpevole: si tratta di Paul Shin Devine, un ormai ex manager del settore delle forniture mondiali.

In un’azione congiunta tra FBI e la IRS lo hanno arrestato dopo aver portato alla luce alcuni conti nascosti tenuti in una società estera chiamata CPK engineering a nome di sua moglie. Secondo le prime notizie il manager avrebbe intascato più di 1 milione di dollari di tangenti per rivelare ad alcune società asiatiche segreti interni della Apple. Queste informazioni sono state poi utilizzate per raggiungere degli accordi sfavorevoli alla società di Cupertino.
Oltre ovviamente ad essere licenziato, Device è ora stato denunciato dalla Apple per avergli danneggiato gli affari. Il portavoce della società, Steve Dowling, ha dichiarato che utilizzeranno il pugno di ferro e che non sarà concessa nessuna tolleranza verso chi ha tradito la Apple in questo modo.

[VIA]


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta