Oracle fa causa a Google per l’uso di Java in Android


Java: un problema per Google?

Oracle ha fatto causa a Google: questa la notizia che arriva da un tribunale federale della California.

A inizio 2010 Oracle aveva acquistato Java della Sun Microsystems, per 5,6 miliardi di dollari: un investimento importante, per una tecnologia  molto utilizzata. Il linguaggio Java è infatti diffusissimo sul web, ed ha trovato fin da subito grande applicazione anche nel mondo della telefonia.

Ora Oracle ha acquisito i diritti di Java ed ha evidentemente intenzione di farsi valere: la Sun Microsystems, che aveva sviluppato il codice, nel 2007 aveva rilasciato parte del linguaggio come licenza free, quindi orientando il sistema Java verso l’open source.

Oracle ha fatto un investimento grosso, d’altronde, ed è evidente che intendono ricavarci un profitto: ma cosa c’entrano Google ed Android in tutto questo?

Secondo Oracle, Google avrebbe “consapevolmente, ripetutamente e direttamente violato le proprietà intellettuali di Oracle relative a Java”, ed evidentemente l’intenzione di Oracle non è quella di stare a guardare.

Si parla di 7 copyrights infranti, ma sicuramente la scelta di Oracle è anche strategica: Android sta diventando il secondo sistema operativo Mobile più diffuso dopo Symbian, e con le tante novità in arrivo sembra che la crescita sia destinata a continuare: per Oracle, riuscire a rivendicare dei diritti in questo trionfo sarebbe veramente un successo.

Personalmente, non credo che la causa di Oracle troverà la strada spianata verso indennizzi miliardari: Google è un colosso mondiale e di certo non sono stati tanto ingenui da infrangere apertamente i diritti di Java senza pensare alle conseguenze. La mia idea è che la risposta di Google non si farà attendere e porrà l’accento sulla licenza open sotto cui Sun Microsystems aveva pubblicato Java.

[Via]


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta