Google accusa, Microsoft, Oracle ed Apple


Tramite il suo blog ufficiale, Google ha accusato Oracle la Microsoft ed Apple di guerra sleale contro i dispositivi Android, con una serie di brevetti “fittizi”.

Secondo David Drummond, vice presidente senior e direttore legale, i competitors storici ossia Microsoft ed Apple, si sono ora alleati per combattere Google a suon di brevetti, come ad esempio gli accordi con Oracle ed altre società, allo scopo di acquistare i brevetti Nortel e Norton. Ciò al fine di chiedere 15 dollari per i brevetti utilizzatori, per ogni dispositivo Android.

In questo modo i produttori dovranno pagare per Android, che è gratuito, una licenza più costosa di un dispositivo con windows mobile.

Drummond continua dicendo che in genere i brevetti servono a incoraggiare l’innovazione ma attualmente vengono usati solo come arma per fermarla.

Drummond aggiunge che nonostante ciò, Google ha intenzione di impegnarsi seriamente nell’innovazione allo scopo di fornire agli utenti prodotti sempre migliori e che i responsabili della società avevano a cuore di far capire che essi sono determinati a preservare Android come scelta competitiva per i consumatori e bloccheranno quelli che stanno cercando di strangolare la piattaforma.

Parole sicuramente dure e colpisce anche il fatto che Google abbia apertamente fatto i nomi delle società che stanno, secondo Google stessa, facendo questo gioco sporco. E’ anche vero che secondo i detrattori della società, Google ha preso un pò alla leggera l’acquisto dei brevetti Nortel, dove poteva fare un offerta competitiva e sicuramente il successo dei dispositivi Android che ormai sono arrivati al 50% del mercato, doveva per forza, provocare una forte reazione dei concorrenti di sempre. Vedremo ora quali saranno le prossime mosse di Google.

Anche perchè c’è già stato un botta e risposta con la Microsoft e Drummond ha scritto fra l’altro che mentre la Microsoft accusa Google di inezie, cercando di distogliere l’attenzione sul grave fatto attuale, anche il Dipartimento di Giustizia USA sta chiedendo al gruppo vincente, ossia Microsoft, Oracle Apple ed altri di concedere una licenza alla comunità open source.

Insomma lo scontro fra titani non finirà certamente qui. Voi che ne pensate?


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta