Cosa verrà dopo Gingerbread?


Honeycomb: un trionfo di miele per il nuovo Android

Tante volte abbiamo riepilogato sorridendo i vari nomi assegnati da Google alle varie release di Android: il tema scelto è stato da sempre quello dei dolci, e così siamo passati da Cupcake (il dolcetto da tè) a Donut (ciambella) con Android 1.6.

Poi abbiamo tutti atteso con ansia l’aggiornamento ad Android 2.1 che tra le altre cose ci avrebbe portato il multitouch: ed ecco Eclair (cannolone ripieno tipo bignè).

L’ultimo aggiornamento è il 2.2, un piccolo step rispetto a Eclair, ma un grande passo per i nostri smartphone, che guadagneranno il supporto a Flash! Android 2.2 sta arrivando, anzi su molti dispositivi è già arrivato. Il suo nome in codice è Froyo: lo yoghurt gelato.

E già vediamo all’orizzonte la prossima versione 3.0, un nuovo aggiornamento “completo”, che fa un bel balzo rispetto alla versione 2 di Android, ma ancora i dettagli trapelati sono pochi. Una cosa è certa: si chiamerà Gingerbread, ossia pan di zenzero.

Qui siamo già nel campo del futuro, visto che Froyo sta ancora prendendo piede e Gingerbread non è che un’ombra all’orizzonte. Però in Google si portano avanti, e lavorano sodo: ecco allora che il nome per la versione successiva di Android è già stato designato! Sarà Honeycomb, ossia favo di miele.

L’ennesimo nome gustoso insomma, anche se non sappiamo ovviamente nulla di questa nuova release: l’unica notizia finora giunta a noi è che si tratterà, probabilmente, di un aggiornamento intermedio…un Android 3.1 o 3.2 per intenderci.

[Via]


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta