Aggiornamenti a Froyo: FAQ


Android Froyo

Froyo sta arrivando, lo abbiamo detto tante volte: ma parliamo un po’ di questa nuova versione di Android!

Intanto: quando arriverà?

Nexus One già aggiornato, HTC Desire già aggiornato, Samsung e Motorola già annunciati, Acer pare a novembre…e in generale si dice che tutti i dispositivi riceveranno l’aggiornamento entro fine anno.

Che novità porterà rispetto ad Eclair? Non molto. Almeno superficialmente. In realtà le differenze ci sono, molte. La prima, più importante, e più interessante per gli utenti è il supporto di Adobe Flash 10.1 beta. Insomma: tutte le funzionalità Flash del web saranno supportate. Un grande passo avanti, che pone i device a un livello di compatibilità web superiore ad iPhone.

Le altre novità: rotazione della schermata di 270° nelle varie apps (la schermata iniziale resta sempre orientata, come su Eclair). 270° significa che possiamo ruotare a sinistra per avere la panoramica, oppure a destra. Capovolto invece non ruota la schermata.,

Inoltre la cronologia chiamate, come per i messaggi, verrà archiviata raggruppata per contatto in modo da non affollare il menu con una lunga lista di tutte le chiamate da o per lo stesso numero.

Supporto alle reti wireless 802.11n e, infine, tethering usb e wireless: si collega il pc e ci si connette.

Non è finita, ovviamente, il Market sarà rinnovato, e anche diverse apps di Android saranno riviste e modificate, ma queste sono le novità più significative da tenere a mente.

…e le ROM cucinate? Funzionano, spesso, bene. Di solito partono da una release avventata di un produttore, o da una leaked, ossia una rom ufficiale in fase di lavorazione che, in qualche modo, ‘scappa’ dagli uffici degli sviluppatori.

Le ROM cucinate vengono modificate dagli utenti, e in molti casi fanno bene il loro lavoro, anche se non è infrequente che abbiano qualche piccolo difetto.

E poi, non dimentichiamoci: invalidano la garanzia e rendono impossibili ulteriori aggiornamenti ufficiali, anche se a questo proposito HTC ha annunciato di voler prendere misure per ‘riportare sulla via ufficiale’ tutti gli utenti che hanno installato ROM cucinate sui loro telefoni.

In ogni caso ricordiamoci che Android è un sistema open source quindi la possibilità di sviluppi e modifiche da parte di utenti più o meno amatoriali non deve sorprenderci.

E’ meglio aggiornare OTA (over the air, direttamente dal telefono) o manualmente? Non cambia nulla, se aggiorniamo manualmente dobbiamo scaricare il file di installazione, avviarlo e collegare il telefono. Nell’update OTA invece il telefono fa tutto da solo.

Perderò apps, messaggi, mail, dati personali? Se tutto va bene, nulla andrà perso!


Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta