Wikipedia ricorre al P2P

Link sponsorizzato

Wikipedia, deve cercare di contenere i costi ed indubbiamente lo streaming video, richiede più risorse, che potrebbero, invece essere utilizzate per altri progetti.

Quindi perchè non ricorrere alla tecnologia P2P ed utilizzare la banda degli utenti?

Questo è il motivo per cui ha stretto un rapporto di collaborazione con il consorzio P2P-Next, il cui progetto è finanziato dall’UE.

E’ stato prodotta, da P2P-Next, una nuova versione di “Swarmplayer”e gli utenti possono scaricare il plugin della versione Swarmplayer 2 beta che può prendere video da Wikipedia ed altri peer e li distribuisce.

Link sponsorizzato

Sul sito di Wikipedia un controllo javascript rileva se il plugin è istallato altrimenti fa partire lo streaming direttamente dal server.

Al contrario del normale download BitTorrent dove è solo importante nel download che i pacchetti vengano riassemblati alla fine, nello streaming, i pezzi iniziali debbono essere a posto prima che la visualizzazione possa cominciare.

Per questo il consorzio P2P-Next, utilizza un sistema ibrido HTTP/BitTorrent, ossia all’inizio funziona il server HTTP di Wikipedia e poi inizia la tradizionale tecnica di condivisione BitTorrent.

Link sponsorizzato
Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *